Dolcificanti, non credere a quello che dicono: la verità su quello che causano all’intestino

La sostituzione dello zucchero con dolcificanti, in realtà potrebbe essere una scelta rischiosa e portare gravi danni all’intestino.

dolcificanti
Dolcificanti (Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Fare abuso di qualsiasi alimento può provocare danni all’organismo. Nello specifico utilizzare una quantità elevata di zucchero può portare all’insorgenza di diverse patologie come il diabete e diverse malattie che compromettono il sistema cardiocircolatorio. I dolcificanti artificiali possono rappresentare una sostituzione valida all’utilizzo dello zucchero, tuttavia non è sempre detto che sia la scelta migliore da fare.

Anche un utilizzo errato dei dolcificanti può provocare seri danni, sopratutto all’intestino. Scopriamo insieme cosa succede all’organismo se ingeriamo una quantità elevata di dolcificanti.

Dolcificanti: quello che non sapevi sull’effetto che hanno sull’intestino

dolcificanti
Dolcificanti, la verità su quello che causano sull’intestino (Freepik)

Ma cosa sono i dolcificanti? I dolcificanti artificiali vengono creati appositamente tramite un processo di sintesi chimica. La loro peculiarità sta nell’avere un sapore dolce molto alto ma contenente pochissime calorie, inoltre viene espulso immediatamente attraverso le urine. Fra i dolcificanti più conosciuti abbiamo l’aspartame e il saccarosio, ma ci sono anche diversi dolcificanti naturali come la stevia.

Secondo una ricerca, il nostro intestino è popolato da una serie di batteri chiamati microbiota che agiscono in funzione di barriera dell’intestino e se la loro azione viene alterata possono esserci anche gravi conseguenze per il corpo. Per lo studio effettuato, l’assunzione eccessiva di dolcificanti può alterare la funzione di due batteri che vivono nell’intestino, ovvero gli Escherichia a coli e faecalis.

Quindi, l’assunzione errata di dolcificanti può portare questi due batteri a bucare l’intestino e danneggiarlo in modo grave. Questi episodi possono verificarsi molto più facilmente con i dolcificanti artificiali come aspartame e saccarosio presenti in elevati quantità nelle bevande e in diversi alimenti. L’alterazione di questi due batteri può trasformarli in agenti patogeni perforando le pareti intestinali, accumularsi in diversi organi e provocare danni molto ingenti a fegato e milza.

In conclusione, è opportuno limitare quanto più possibile l’assunzione di questi tipi di dolcificanti e preferire quelli naturali. Ovviamente non bisogna mai abusare di nessun alimenti in quanto, l’eccesso è sempre dannoso e può provocare problemi all’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.