Cowash, il metodo per lavare i capelli che sta spopolando adesso: come funziona?

Se non hai mai sentito parlare di cowash è il momento di conoscere questo modo alternativo per lavare i capelli.

Questo rimedio fai da te è già utilizzato da migliaia di donne in tutto il mondo ed è una valida alternativa al normale Shampoo il metodo cowash lava la cute come uno shampoo normale il suo punto di forza è che rovina meno il capello e lo nutre di più.

cowash lavare capelli
(huyenxu94- Pixabay)

Tutto quello che devi sapere sul cowash, i benefici e come si prepara

cowash lavare capelli
(huyenxu94- Pixabay)

Si può preparare il cowash in casa con mezzo bicchiere di zucchero di canna, mezzo bicchiere di balsamo che abbia un PH leggermente acidulo, per ottenere un un effetto più morbido sarà sufficiente aggiungere del miele di acacia o dei fiori d’arancia. Lo zucchero di canna viene utilizzato per per avere l’effetto di uno scrub efficace e nutriente in modo da detergere la cute senza arrossarla, il balsamo dal canto suo rinforzerà la cute donandole lucentezza è un effetto vellutato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Questo è il frutto consigliato per chi soffre di diabete

Utilizzarlo è semplicissimo, prima di tutto bisognerà inumidire i capelli e successivamente arrotolarli in un asciugamano e lasciandoli in posa per qualche minuto questa è una fase di preparazione che permetterà al capello di diventare umido. A questo punto va applicato il composto che abbiamo preparato con lo zucchero, il miele e il balsamo applicandolo su tutta la cute e sulle lunghezze, con movimenti circolari e lenti facendolo penetrare a fondo nei capelli, massaggiando per almeno cinque minuti, dovrete poi lasciare in posa e successivamente risciacquare con abbondante acqua tiepida.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>La dieta del giudice di X Factor è sensazionale: perde 19 chili in pochi mesi

A seconda delle caratteristiche del proprio capello si può optare per aggiungere altri ingredienti, ad esempio per i capelli più grassi sarà meglio aggiungere al balsamo un cucchiaio di bicarbonato di sodio e del succo di limone o dell’aceto di mele, per quanto riguarda i capelli secchi invece oltre al balsamo, allo zucchero e al miele si può aggiungere anche dell’aloe vera o dell’olio di karitè, per i capelli fini invece che si spezzano facilmente si può aggiungere dell’olio di ricino e per quelli crespi dell’aceto di vino bianco. Il consiglio è quello di alternare questa tecnica allo shampoo tradizionale almeno per il primo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.