Shampoo: se mentre lavi i capelli fai questo, stai sbagliando tutto e rischi seriamente di rovinarli

Sicura di fare bene lo shampoo? Ecco gli errori più comuni da evitare durante il lavaggio per non rischiare di rovinare i capelli.

shampoo regole per non sbagliare
Shampoo, le regole per non sbagliare (Foto di Karolina Grabowska da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI:

Maschere, prodotti a base di cheratina e in grado di ristrutturare il fusto, shampoo e balsamo di ogni genere. Per prendersi cura dei nostri capelli ormai c’è davvero di tutto.

Eppure, a volte nonostante pensiamo di fare di tutto per loro, sbagliamo proprio le basi, a cominciare dal lavaggio.

Se infatti è importantissimo scegliere i prodotti più adatti al nostro tipo di capello (prodotti per capelli grassi, secchi, fini, che si spezzano, disidratati..), è altrettanto importante eseguire bene le operazioni in cui utilizziamo i prodotti, a partire proprio dalla fase dello shampoo.

Sono tanti infatti, gli errori che si commettono in questa fase, che va ad influire negativamente su tutto il resto. Ecco perché per una delle operazioni che sembra più semplice, va eseguito un vero e proprio rituale, con delle regole ben precise.

Andiamo a vedere quindi quali sono gli errori più comuni e le regole per lavare i capelli nel modo corretto, per prenderci cura della nostra chioma.

Shampoo: le regole d’oro e gli errori da evitare

shampoo regole per non sbagliare
I passaggi per lavare i capelli nel modo corretto (Foto di Scandinavian Biolabs da Pexels)

Per prima cosa, è d’obbligo iniziare col dire che i capelli non vanno lavati tutti i giorni. A meno che non ci troviamo in posti particolarmente sporchi e grassi, i capelli non vanno sottoposti a questo stress, perché così facendo non facciamo che sollecitare le ghiandole sebacee, che comporta il capello ad ingrassarsi più spesso ed entriamo in un circolo vizioso.

La frequenza consigliata invece è due volte a settimana, e il lavaggio dovrebbe durare circa 10 minuti, compresi tutti i passaggi.

Il primo passaggio da compiere, è quello di spazzolare i capelli. In questo modo si stimola la microcircolazione e si elimina la polvere, e il cuoio capelluto è pronto per lo shampoo.

Bagniamo quindi i capelli (tutti!!) con acqua possibilmente fredda o tiepida, e distribuiamo lo shampoo sulla cute. Come? Prendiamone una piccola quantità alla volta, diluiamola con un pochino di acqua e distribuiamola su tutta la cute, lungo tutta l’attaccatura dei capelli  per finire al centro della testa.

Ora massaggiamo il prodotto con le dita, muovendo la cute ma senza sfregare in maniera aggressiva o con le unghie. Ogni tanto aggiungiamo un po’ di acqua per aiutarci nel massaggio e mi raccomando, non lavate le lunghezze!

Già lo shampoo che scivola da solo è sufficiente a lavare le lunghezze, che con lo shampoo potrebbero seccarsi troppo. Ripetiamo quindi il secondo shampoo e infine sciacquiamo abbondantemente, fino a che non esce più schiuma o sapone.

Ora è il momento del balsamo (che stavolta va applicato su tutti i capelli, in particolare sulle lunghezze), quindi distribuiamolo e lasciamolo agire, e magari nel frattempo pettiniamo di nuovo i capelli per districarli dolcemente iniziando dalle punte, per poi arrivare alle radici.

Per l’ultimo risciacquo possiamo usare acqua frizzante, oppure fare un risciacquo acido con acqua e aceto, che aiuta a chiudere le squame del capello che in questo modo non si rovina poi asciugandolo.

Ma quali prodotti scegliere? E’ importante scegliere formulazioni senza parabeni, senza solfati e senza siliconi. Non usiamo però sempre lo stesso shampoo, ma usiamo più formulazioni diverse da ruotare nel mese. 

Questo perché quando le cellule dei capelli si nutrono sempre con gli stessi attivi, finiscono per abituarsi e saturarsi. Scegliendo invece varie formulazioni evitiamo tutto questo.

Se seguirete questi consigli, vedrete che i vostri capelli ne trarranno giovamento, apparendo alla lunga più sani, più forti e più belli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.