Royal: Charlene di Monaco è una visione con un look total white

La principessa monegasca si conferma sempre più un’icona di stile. Charlene Wittstock è raggiante ed elegantissima nell’ultimo evento a cui ha partecipato.

Charlene di Monaco evento
Charlene di Monaco (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

E’ ritenuta una delle reali europee più belle e facoltose, pervasa da un’aura di malinconia che a tratti la rende ancors più affascinante. Parliamo ovviamente di Sua Altezza Serenissima la Principessa Charlene di Monaco.

Nata iln Sudafrica nel 1978, si è appassionata allo sport fin da giovanissima, prendendo parte alle prime competiziuoni ad appena 12 anni, riuscendo, nel corso della carriera, ad arrivare fino alle Olimpiadi del 2000 a Sidney. Sfortunatamente nel 2008 ha dovuto dire addio allo sport agonistico a causa di un problema alla spalla.

Nel 2006 ha quindi iniziato una relazione con Alberto di Monaco, già conosciuto a partire dal 2001, e a giugno del 2010 è stato annunciato il loro fidanzamento ufficiale. Poco più di un anno dopo i due si sono sposati, e lei è diventata la prima principessa consorte del Principato dopo Grace Kelly.

Charlene di Monaco: la principessa è uno splendore in total white

Da brava primadonna di Monaco, Charlene nel corso di questi anni ha affinato il suo stile, dimostrandosi un’ottima icona della moda, e sfoggiando spesso e volentieri i capi dei più importanti brand di moda esistenti.

Come nel caso dell’ultimo evento a cui ha preso parte assieme ad Alberto, partecipando alla festa nazionale del Principato. Per l’occasione la nobile ha sfoggiato un cappotto bianco lungo di Akris, abbinandolo a un cappello nero e a dei guanti lunghi coordinati, impreziositi da degli orercchini in diamanti preziosissimi.

L’impressione, tuttavia, è che Charlene fosse abbastanza triste, e non certo felice di essere lì. La principessa è apparsa infatti pallida in volto, con un sorriso tirato e di circostanza. Sono anni che si rincorrono le ipotesi di rottura tra lei e il marito. C’è forse qualcosa di vero in tutto ciò?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *