“Fragranze funzionali”, i profumi che rendono felice: stanno rivoluzionando la vita

E se i profumi fossero in grado di renderci veramente felici? Sembra fantascienza, ma è invece la realtà, grazie alle fragranze funzionali.

Profumi funzionali
Profumo (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Immaginate di comprare una fragranza che non solo ha un profumo che vi piace e vi conquista, ma in grado di rendervi con le sue spruzzate davvero felici. E’ quanto promettono i profumi funzionali, una fetta di nicchia di questo importante settore del beauty.

A spiegare di cosa si tratta è Fiona Harkin, dell’agenzia di previsione dei mass trend The Future Laboratory, intervistata da Vogue: “Le fragranze funzionali sono uno sviluppo in crescita, basato sull’idea che il profumo può avere effetti psicologici e fisici. I marchi cercano le piante non solo per la loro fragranza, ma chiedono se possono anche influenzare la temperatura corporea, la pressione sanguigna, l’umore”. 

Ci sono già alcune aziende produttrici di profumo che si sono lanciate su questa nuova tendenza, che promette di rivoluzionare l’eau de parfume per come lo conosciamo attualmente.

Profumi funzionali: le aziende che già puntano su di loro

The Nue Co, ad esempio, da qualche anno fa ricerca sul binomio tra capacità coglitiva e senso olfattivo con il suo profumo Functional Fragrance, con l’intento messo per iscritto di “colpire istantaneamente lo stato emotivo di chi la indossa e lenire la mente”. Funziona: la fragranza va a ruba.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Nue Co. (@thenue_co)

E che dire di Givaudan, che ha un settore spposito dei suoi laboratori dedicto alla tecnologia futuristica, a capo del quale c’è c’ Geovana Rey che dichiara: “Diciamo che un cliente vuole sviluppare una fragranza con la risonanza emotiva della pioggia. Ora abbiamo così tanti studi scientifici sulla funzionalità del cervello e sulla risposta olfattiva, che la nostra intelligenza artificiale può identificare i punti in comune globali e suggerire quali ingredienti e note il profumiere potrebbe utilizzare “.

Un settore affascinante, e che permetterà nel corso dei prossimi anni di avere fragranze non solo buone da annusare, ma anche in grado di scatenare i nostri diversi stati d’animo con il loro effluvio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *