Viaggio a Roma: i punti più belli della capitale che non puoi perderti

Tra le città più belle al mondo, Roma è una tappa immancabile. Ecco i punti più belli della capitale da non farsi sfuggire.

Roma: visita questi posti
Roma (Canva)

I TRE ARTICOLI PIU LETTI DI OGGI:

Museo a cielo aperto, luogo dalla maggiore concentrazione di beni architettonici e storici. Roma è tra le città più amate al mondo: da ogni parte del globo si viaggia per scopre la capitale del Bel Paese e tutto il patrimonio artistico custodito.

In particolare sognato è il suo centro storico delimitato dalle mura aureliane, costruito sui famosi sette colli: al suo interno sono racchiuse testimonianze di tre millenni.

Simboleggiata dalla lupa capitolina, la capitale è famosa per le sue meraviglie tra cui il Colosseo, le piazze mozzafiato, la Basilica di San Pietro, il Foro Romano, il Colle Palatino, il Pantheon, i musei incredibili. Andando a Roma si rifanno gli occhi e proprio per questo è una meta ideale per passare un week-end indimenticabile.

Viaggio a Roma: i punti più belli da non farsi sfuggire

roma terrazze capitale mozzafiato
Roma (Pixabay)

Oltre ai classici punti di Roma conosciuti in tutto il mondo, esistono delle mete non così note, ma che sono uniche e pertanto da non farsi sfuggire se fa una gita per la capitale.

In fatto di punti caratteristici è imperdibile l‘Arco degli Arcetari: si tratta di un cortiletto interno, nei pressi di Campo de’ Fiori – in cui sono presenti case antiche sull’ocra –  contraddistinto da un’atmosfera unica in cui il tempo sembra essersi fermato.

Altro gioiello poco conosciuto, lontano dalle folle turistiche, è la Galleria Sciarra, nei pressi di Via del Corso, molto nascosta. È un capolavoro in stile liberty.

Unico nel suo genere, l’Arco dei Banchi: si tratta di un sottopassaggio all’interno del quale è presente un soffitto stellato. Il suo nome deriva dalla vivacità della zona in cui erano presenti banchi di mercanti e finanzieri.

Per scoprire gli angoli segreti di Roma non può mancare una tappa al Palazzo Zuccari, noto anche come la Casa dei Mostri, posto in cima alle scale di Piazza di Spagna. Costruito nel 1500 da Federico Zuccari a incutere timore la sua porta d’ingresso.

Molto suggestiva poi la Casina delle Civette, in stile liberty, residenza oggi museo in cui viveva a fine Ottocento il principe Alessandro Torlonia agli inizi simile a una baita per poi essere trasformata in una dimora sfarzosa.

Se queste sono alcune delle bellezza nascoste da scoprire non bisogna dimenticare i tanti ristoranti dove rifarsi il palato. Oltre che per l’arte, Roma è conosciuta per il buon cibo.

In piazza del Popolo è possibile rifocillarsi al ristorante Il Bolognese, a conduzione familiare, in cui si possono gustare le bontà tipiche della tradizione culinaria romana in una location suggestiva. Imperdibile poi la Roscioli salumeria, sorta di cantina sotterranea, in cui fare il pieno di formaggi e salumi.

Se si vuole prendere un caffè immancabile una tappa al Ciampini Roma, in Piazza di S. Lorenzo in Lucina, luogo dall’eleganza senza tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *