Cicatrici sulla pelle: come eliminarle con degli ingredienti naturali

La nostra pelle è fragile, e può capitare, per diversi motivi, di danneggiarla e veder comparire delle cicatrici. Segni che possiamo togliere con rimedi naturali.

cicatrici rimedi
Cicatrici sul decolletè (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Purtroppo può capitare che la nostra epidermide sia oggetto di traumi e stress che lasciano letteralmente il segno. In questi casi, la cicatrizzazione lascia segni spesso indelebili, che conosciamo e chiamiamo come cicatrici.

Spesso sono causati da incidenti, domestici e non, operazioni, e nei casi più gravi anche da abusi fisici. Segni che raccontano di noi, certo, ma che specie se interessano parti che esponiamo normalmente tutti i giorni, vogliamo togliere o quanto meno attenuare.

Ovviamente esistono diversi metodi per ottenere questo risultato, come laser e operazioni, ma sono abbastanza invasive e non tutti possono poi permettersi, soprattutto in un periodo tanto complicato a livello di costo della vita, spese del genere.

Come fare allora, per ovviare al problema, con poca spesa e possibilmente ingredienti naturali? La soluzione c’è, ma benchè ottima, è necessaria una certa costanza per vederne i risultati.

Cicatrici: come toglierle con rimedi naturali e economici

Uno dei rimedi che si può trovare con grande facilità in qualsiasi erboristeria ben fornita è l’olio di rosa mosqueta. Questa essenza deve tuttavia essere applicata sulla parte in questione con grande costanza, per poter vedere dei risultati ottimi. Inoltre, se ne può potenziare gli effetti grazie alla combinazione con altri ingredienti che possiamo trovare con estrema facilità.

Infatti questo ingrediente già di per sè miracoloso, diventa portentoso se abbinato al limone e all’aloe vera, ormai disponibile pressochè ovunque. Ciò di cui avete bisogno è una ciotola dove mettere il gel dell’aloe, un po’ di succo di limone, meglio se fresco, e 4 cucchiai di olio di rosa mosqueta.

A questo punto non rimane che messcolare il tutto con un cucchiaio, e quindi andare a spalmare il composto sulla zona trattabile, poi aavvolgendola con una garza di cotone e chiusa con un cerotto. Finito questo step, andrà quindi lasciato così per qualche ora, meglio ancora se per una notte intera, magari sfruttando proprio le ore di sonno. I risultati saranno molto buoni, ovviamente a patto che il procedimento venga fatto con una buona dose di costanza e non “una tantum”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *