Shampoo biologico, tutti i motivi per cui dovresti sceglierlo (e non comprare più quello normale)

Lo shampoo biologico si fa spazio tra quelli commerciali. Risultano essere migliori e più performanti, di seguito ecco tutte le ricette per crearli a casa. Dirai basta a quelli del supermercato. 

shampoo biologico
Dirai addio allo shampoo tradizionale, ecco tutti i buoni motivi per scegliere quello biologico (Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Negli ultimi anni lo shampoo biologico sta diventando la scelta favorita dei consumatori rispetto a quelli tradizionali. Per la cura dei propri capelli è importante scegliere prodotti sicuri e meno aggressivi possibili, infatti vi illustreremo come realizzare lo shampoo biologico direttamente a casa vostra e quali sono i numerosi benefici del suo utilizzo.

La scelta di comprare, o creare, uno shampoo biologico è dovuta soprattutto a quella di garantire ai propri capelli una maggior fonte di nutrimento, lucentezza che si traduce in una crescita sana e forte. Ottimo per combattere la caduta dei capelli, prevenzione della forfora e la comparsa di funghi. 

Accanto agli ingredienti naturali c’è anche una scelta ambientalista, infatti riducono l’impatto ambientale e quindi risulta essere un’ottima scelta per il pianeta essendo biodegradabili, e venduti con materiali riciclabili.

Ecco le ricette per ricreare a casa lo shampoo biologico, non comprerai mai più quello tradizionale

shampoo biologico
Due ricette semplici e veloci per creare lo shampoo biologico e dagli effetti super (Freepik)

Il primo shampoo biologico che possiamo realizzare a casa è a base di rosmarino e saponaria. Sarà necessario munirsi di due tuorli, due cucchiai di infuso di saponaria e due di rosmarino. Mescoliamo il composto fino a renderlo omogeneo, lasciatelo riposare due ore in frigo poi utilizziamolo come un classico shampoo e risciacquare. 

Per lo shampoo alla camomilla e all’estratto di sandalo, sarà necessario 2 cucchiai di saponaria, 3 cucchiai di fiori di camomilla essiccati, 1 tazza di acqua calda, 25 gocce di estratto di sandalo. Come primo step, sarà necessario inserire nella tazza di acqua bollente la radice di saponaria e i fiori di camomilla in infuso per tutta la notte. Il giorno dopo si può passare al filtraggio e all’inserimento delle gocce di sandalo per aromatizzare lo shampoo.

In conclusione, scegliere lo shampoo biologico non è soltanto una scelta in favore dell’ambiente ma, sicuramente migliore per i nostri capelli, che con l’azione degli ingredienti naturali donano nutrimento, forza e morbidezza alla nostra chioma senza utilizzare prodotti aggressivi come quelli contenenti parabeni e siliconati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.