Regina Elisabetta e l’elisir della longevità: beveva questo drink ogni giorno

Scoperto il motivo per cui la regina Elisabetta ha goduto di una lunga vita, beveva tutti i giorni questo drink, ecco l’elisir della sovrana.

Regina Elisabetta
The Queen Elisabeth, svelato l’elisir di lunga vita della sovrana (Screenshot Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La Regina Elisabetta, oltre ad essere stata un modello iconico a cui far riferimento nel corso della storia, è anche un modello per la sua longevità dovuta ai suoi 96 anni. La compianta sovrana, aveva regole ben precise per ciò che concerne le sue abitudini a tavola. La colazione non doveva essere servita prima delle nove, pranzo leggero e cena con porzioni generose di verdura. Ma qual è la bevanda che la Regina Elisabetta non poteva rinunciare durante la giornata e sarebbe stato il vero e proprio elisir di lunga vita della Queen? Ecco il drink miracoloso di cui non poteva fare a meno. 

Regina Elisabetta, ecco il drink a cui non poteva rinunciare e che le ha donato lunga vita

Regina Elisabetta
Il drink di lunga vita: l’amato té della Sovrana (Freepik)

Come ben sappiamo la sovrana era molto legata alle tradizione, ragion per cui non poteva mancare la sua bevanda: ovvero il . La Regina era solita concedersi alcune tazze di tè sia durante la giornata che per accompagnare i pasti principali. Gli effetti benefici sono molteplici tra cui: riuscire a ridurre il colesterolo, le probabilità di un tumore al colon, agevola la digestione, previene ictus e infarti e tiene sotto controllo la pressione sanguigna. 

Il tè ha origini asiatiche, precisamente dalla pianta di camelia. In vendita ce ne sono di tantissime qualità e gusti, provenienti da ogni parte del mondo con le loro caratteristiche come aromi e sapori differenti tutti con lo scopo di donare benefici e con la capacità di accontentare anche i gusti più difficili, poiché ne esistono di tantissime varietà diverse. 

In conclusione, il tè era la bevanda a cui Sua Maestà la Regina Elisabetta non riusciva a rinunciare e senza dubbio, è stato il suo toccasana fino ai suoi ultimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.