Beach Waves, i boccoli più cercati del momento: tutorial per replicarli al meglio

E’ l’acconciatura che sta andando per la maggiore, capace di star bene a qualsiasi forma del viso e qualsiasi coloraziobe. Parliamo delle beach waves.

beach waves tutorial
Beach waves (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sono di grande effetto e stanno bene praticamente a tutte. Sono le cosiddette beach waves, sorta di onde e boccoli di grande tendenza per questo autunno, ottime per chi è appena tornato dalle vacanze e vuole avere ancora un look quasi da “spiaggia”.

Già, perchè il loro stesso nome rievoca falò sulla spiaggia al tramonto e passeggiate sul bagnasciuga, con ancora la salsedine addosso e tra i capelli. Le beach waves, letteralmente onde da spiaggia, stanno ad indicare delle onde piuttosto larghe, non troppo segnate, che danno alla capigliatura un look come se ci si fosse appena asciugate i capelli al sole dopo un bagno.

In realtà quest’acconciatura ha bisogno, per essere perfetta, di alcuni piccoli accorgimenti, ma ci sono diversi modi anche molto semplici per ricrearla, e oggi vogliamo svelarvene qualcuno, il cui risultato siamo sicuri che vi lascerà molto soddisfatte!

Come ricreare da sole le beach waves, l’acconciatura del momento

Uno dei modi per poter avere queste seducenti onde è quello di affidarsi alle care e vecchie trecce. e’ sufficiente, una volta lavati i capelli, farsele quando sono ancora umidi e poi aspettare che si asciughino, e il gioco è presto fatto! Le nostre nonne e mamme conoscono bene questo sistema semplicissimo ma di effetto. Un altro è quello di usare i bigodini, considerando che più sono grandi meno accentuate saranno le “waves”. Una volta applicati sempre sulla capigliatura umida, potremo aspettare che la chioma si asciughi così, o in alternativa aiutarci con un phon.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da HAIR BY MARIAH (@mariahathenabeauty)

Metodo non adatto proprio a tutte, in particolare se avete i capelli che tendono ad annodarsi, è quello di non pettinare i capelli dopo il consueto shampoo e balsamo, utilizzando magari una noce di schiuma e usando il diffusore per asciugarli. Si può quindi anche seguire uno dei tanti tutorial che circolano sul web, come quello che vede l’utilizzo di una fascia per capelli da applicare sulla testa, arrotolando poi le ciocche su di essa e quindi andando a dormire: la mattina vi sveglierete con delle onde piuttosto accentuate.

Infine, e questo pare essere uno dei modi che vanno per la maggiore, potete usare la piastra. Dovete dividere i capelli in due sezioni, quindi iniziare prendendo le ciocche dalla zona inferiore, arrotolandole dalla radice alla punta e quindi passarci la piastra, avendo cura di non toccare la parte finale. A questo punto non vi rimarrà che “districarle”, procedendo con il resto. Il risultato è wow!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.