Smartphone, quante radiazioni emettono? La verità

I cellulari fanno ormai parte della nostra vita, ed è impossibile immaginarla senza. Gli smartphone, tuttavia, possono anche emettere radiazioni.

Smartphone radiazioni
Uno smartphone (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Oggigiorno è davvero impossibile pensare di vivere senza un cellulare a portata di mano. I telefonini fanno parte della nostra vita quotidiana dalla fine degli anni Novanta e sono molto cambiati nel corso di quasi 30 anni dalla loro comparsa.

Se inizialmente erano piuttosto ingombranti e si poteva usarli solo per ricevere e fare telefonate e mandare sms, con l’avanzare della tecnologia si sono trasformati, con l’avvento dell’iPhone, nei modelli che oggi conosciamo e che abbiamo sempre a portata di mano.

Oggi con questi telefonini è possibile fare praticamente di tutto, dalla spesa al supermercato al pagamento delle bollette di casa, per non parlare poi degli allenamenti di fitness ad hoc che si possono seguire e l’aggiornamento di social network come Instagram, Facebook o Tik Tok.

Eppure gli smartphone possono essere in parte nocivi per la nostra salute, a causa delle onde elettromagnetiche che vengono trasmesse. di seguito vi indichiamo quelli più “pericolosi”, secondo una recente classifica.

Smartphone: la classifica di quelli che emettono più radiazioni

Nonostante l’AIRC abbia stabilito che non esistano prove sufficienti per esser certi della corrispondenza tra l’uso dei recenti cellulari e i tumori cerebrali, molti possessori continuano a provare dei timori in tal senso. L’Ufficio federale tedesco per la protezione dalle radiazioni mette a disposizione un database con i modelli dei cellulari e il loro grado di Sa, cioè la quantità di onde elettromagnetiche che il corpo assorbe al momento dell’utilizzo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @_jetech

Al primo posto (negativo) di questa classifica troviamo il Motorola Edge, con 1,79 watt di radiazioni all’orecchio e 1,68 W/kg per il corpo. Seconda posizione per il Zte Axon 11 5G con 1,59 W/kg e medaglia di bronzo per Asus ZenFone 6 e 1,57 W/kg.

Tra i marchi migliori per quanto concerne le onde elettromagnetiche, in Italia troviamo il Huawei P30 e 0,33 W/kg, e ancora l’Apple 11 con 0,95 W/kg e il Realme GT Neo 3 con 0,91 W/kg. A quanto pare le marche più note della telefonia sono molto attente a questa caratteristica e alla salute dei loro clienti, che possono tirare un comprensibile sospiro di sollievo. Tutte le pagine ufficiale delle società produttrici, comunque, hanno l’obbligo di indicare l’indice Sar, che è quindi così fruibile dai potenziali compratori, sebbene non sia molto semplice sempre da trovare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.