Pillola anticoncezionale, tutti i pro e i contro che devi conoscere

La pillola anticoncezionale è usata da milioni di donne in tutto il mondo ed è stata una vera rivoluzione. Ci sono però pro e contro da sapere in merito.

Pillola anticoncezionale pro e contro
Confezioni di pillola anticoncezionale (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si iniziò a pensare di usare gli ormoni come metodo contraccettivo fin dal 1931, grazie agli studi del ginecologo Ludwig Aberlandt, ma le sue ricerche furono ben presto messe da parte. Nel 1958, tuttavia, i ricercatori della Worcester Foundation for Biomedical Research li ripresero in mano, riuscendo a sperimentare il primo esemplare di pillola, che due anni dopo venne approvata e messa in commercio negli USA.

In Europa arrivò nel 1961, vista inizialmente con un certo scetticismo, per motivi religiosi e familiari. Nei Settanta si ebbe invece il boom, grazie anche alla diversa libertà di pensiero. Oggi si stima che siano 100 milioni in tutto il mondo le donne che ne fanno uso, e nel Regno Unito 1 donna su 4 la prende regolarmente.

La pillola anticoncezionale funziona grazie alla combinazione di due ormoni, un estrogeno e un progestinico, che combinati assieme inibiscono l’ovulazione. Attualmente è ritenuto il metodo più sicuro di contraccezione, in grado anche, con la sua assunzione, di ridurre l’incidenza di alcuni tipi di cancro.

Pillola contraccettiva: i pro e contro di questo metodo

Assumere “la pillola”, come viene comunemente chiamata, è molto semplice, e ormai in commercio ce ne sono anche di più leggere, sebbene comunque funzionanti, rispetto al passato. Ciò non toglie che come tutti i farmaci abbia i suoi pro e contro. Vediamo assieme quelli più comuni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fanpage.it (@fanpage.it)

Partiamo da i suoi vantaggi, iniziando dalla sua efficacia che, se usata nel modo corretto, è pari al 99%. Inoltre riduce i sintomi della sindrome premestruale, alleviando i crampi, diminuendo gli sbalzi di peso e rendendo più regolare il flusso. Non solo, ma regolarizza anche l’acne e la peluria, poichè va a diminuire gli ormoni maschili presenti nelle ovaie. Infine, riduce le possibilità di sviluppare il cancro dell’endometrio e allevia i sintomi dell’endometriosi.

Ci sono però anche degli svantaggi: va assunta con regolarità, prendendola tutti i giorni alla stessa ora, e non tutte hanno la possibilità di farlo. Permette di non rimanere incinte, ma non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, e in alcuni casi provoca mal di testa, nausea e spotting. Se è vero inoltre che protegge dal cancro all’endometrio, aumenta il rischio di quello al seno, al fegato e alla cervice, e stando ad alcuni studi, provocherebbe un certo aumento di peso (minimo comunque) dovuto alla ritenzione idrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.