Rientro a scuola, nuove regole: cambia tutto

Settembre è alle porte e con esso il rientro a scuola per milioni di studenti. Quali sono le nuove regole previste per allievi e personale scolastico? Cambierà tutto

Rientro a scuola
Scuola (Pexels)

Gli articoli più letti di oggi:

Agosto sta volgendo al termine e settembre è alle porte, il mese che tradizionalmente segna un confine importante per milioni di famiglie: il rientro a scuola. Un attesissimo momento, soprattutto per le condizioni obbligate dalla crisi pandemica negli ultimi due anni che hanno limitato notevolmente il normale svolgimento delle lezioni. Numerose le misure adottate al fine di limitare i contagi, dall’obbligo della mascherina all’adozione dello strumento DAD, didattica a distanza.

Quest’ultima misura, adottata in successione all’attuazione del lockdown e in caso di quarantena dopo il superamento del limite di un previsto numero di positivi in classe, ha evidenziato diverse criticità nell’apprendimento degli allievi. Sono infatti state riscontrate maggiori difficoltà durante le prove INVALSI, che hanno sottolineato la minore efficacia dell’istruzione a distanza, che ha provocato anche disagio sociale e scolastico negli studenti.

Anche la misura obbligatoria della mascherina, specie nel periodo più caldo e ultimo rispetto all’anno scolastico, ha evidenziato l’insofferenza degli allievi nel sostenere le lezioni in classe. Dopo un lungo periodo di limitazioni al fine di contenere il vasto numero di contagi evidenziati dalla curva epidemiologica, evitando così ulteriori ondate pandemiche, è arrivato il momento di scoprire le nuove regole per il rientro a scuola, all’insegna del cambiamento.

Scuola: nuove regole

Rientro a scuola
Scuola (Pexels)

Settembre è alle porte e con esso il rientro a scuola che vede coinvolti milioni di studenti dopo due lunghi anni di limitazioni al fine di contenere i contagi relativi alla crisi pandemica. Sarà un ritorno all’insegna del cambiamento e più precisamente della quasi ritrovata normalità, in quanto lo svolgimento delle lezioni riprenderà similmente al periodo antecedente alla diffusione del Covid. Le limitazioni all’accesso scolastico saranno predisposte solo per i positivi al Covid e a coloro che dovessero presentare sintomi importanti relativi al virus e uno stato febbrile superiore ai 37,5 gradi.

Un semplice raffreddore non sarà oggetto di divieto, mentre più sintomi riconducibili al Covid, come difficoltà respiratorie, tosse, diarrea, raffreddore, vomito e febbre costituiranno un limite all’accesso. La mascherina non sarà più obbligatoria per studenti e personale scolastico, necessaria solo in caso di sintomi lievi o di soggetti fragili, che potrebbero potenzialmente sviluppare problematiche gravi.

Non è prevista nessuna quarantena in caso di soggetti positivi per gli altri componenti della classe, in quanto non impediranno le lezioni in presenza o l’adesione ad eventi sportive e gite scolastiche. Nessuna misura è prevista per i contatti stretti di soggetti positivi, ad esclusione dell’autosorveglianza per dieci giorni con utilizzo di mascherina FFp2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.