Lady Diana, dopo il divorzio non ha più indossato Chanel – il vero motivo

Lady Diana, l’intramontabile icona senza tempo, è ancora oggi uno dei personaggi più influenti di sempre per quanto riguarda la moda. Finalmente svelato il motivo per cui non ha più indossato Chanel dopo il divorzio

Lady Diana Chanel
Lady Diana (Instagram)

Gli articoli più letti di oggi:

Capita frequentemente di pensare esista un vero e proprio abuso del termine “icona” riferito ai personaggi noti, ma se fosse necessario espletare il suo vero significato, basterebbe attingere dagli archivi del passato. Esempio massimo che possa spiegare effettivamente il senso di questa importante parola, insieme a pochi altri altri eletti è Lady Diana, la cui influenza è ancora visibile in numerosi contesti. La principessa più amata di sempre, grazie al suo sentito impegno sociale e alla solidarietà che ha dimostrato attraverso numerose e importanti iniziative, resta nel cuore di innumerevoli sostenitori sparsi in tutto il mondo .

Tra le tante qualità che hanno reso eterna e insostituibile la sua immagine, lo stile elegante e sofisticato ancora oggi influenza la moda e le tendenze. I suoi look sono contemporanea fonte di ispirazione e avanguardistici per l’epoca, di cui rimane un punto di riferimento. Ed è proprio legata al settore fashion l’ultima notizia finalmente svelata sulla principessa, che dopo il divorzio dal principe Carlo non ha più indossato la celebre firma Chanel: i motivi.

Lady Diana rifiuta Chanel dopo il divorzio

Lady Diana Chanel
Lady Diana (Instagram)

Icona senza tempo, Lady Diana continua ad essere la principessa più amata di sempre anche a 25 anni dalla sua tragica scomparsa, che ha lasciato un enorme vuoto nel Regno Unito e in tutto il mondo. La sua influenza attraversa i decenni, complice lo stile dirompente che ha sempre caratterizzato i suoi look sofisticati, che tuttavia hanno modificato il tradizionalismo reale per quanto riguarda la scelta degli abiti.

Una vera e propria rivoluzione quella creata da Diana Spencer, che riuscì ad affermare un nuovo modo di esprimersi attraverso la scelta dei vestiti, lontana da tutto ciò che era previsto nell’ambiente di corte. Una scelta che portò avanti anche in seguito alla fine del matrimonio con il principe Carlo, come dimostra il celebre “Revenge Dress” indossato nel 1994.

Si tratta dell’abito nero aderente e con spalle scoperte che la principessa indossò in seguito alle ammissioni del principe Carlo sulla relazione con Camilla Parker, divenuta sua moglie nel 2005. Ed è proprio nella loro storia d’amore che si nasconde il motivo per cui Lady Diana, in seguito al divorzio, rifiutò di indossare la celebre firma d’alta moda, in quanto le inziali “CC“, non sono solo di Coco Chanel, ma anche quelle di Carlo e Camilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.