Ferragosto – che cos’è e perché si festeggia il 15 agosto

Oggi si festeggia la festa di Ferragosto. Ma perché ricade proprio in questo giorno e cosa festeggiamo? Ecco il significato di Ferragosto. 

Ferragosto
(Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Cosa si festeggia a Ferragosto? La tradizione risale da credenze cristiane alle quali si sono unite le tradizionali usanze, come fare il falò in spiaggia insieme agli amici, gavettoni e tanto altro. Solitamente nella giornata del 15 agosto, una cerchia di amici si riusce per dare il via al barbecue o alla degustazione di piatti tipici del posto.

Ritrovarsi tutti insieme a ballare e cantare per divertisti in riva al mare, o per chi non è amante delle zone balneari anche un pic nic in montagna all’aria fresca è l’ideale. Nonostante questo, la vera ragione per la quale di festeggia Ferragosto non tutti la conosco. Di seguito ecco il significato di Ferragosto e la sua origine reale.

Ferragosto: il significato di questa festa del 15 agosto

Ferragosto
(Freepik)

Le origini del Ferragosto sono da riportarsi alla religione cristiana. Il 15 agosto per la Chiesa, si festeggia l’Assunzione al Cielo della Beata Vergine Maria. Secondo la fede cristiana, Maria è l’unica oltre al Cristo Gesù ad essere assunta fisicamente al Paradiso. Differentemente, per i cristiani ortodossi in questa giornata festeggiano soltanto la Dormizione della Vergine, mentre i protestanti non credono nella figura di Maria e quindi non festeggiano.

Il nome Ferragosto deriva dal latino e letteralmente significa il riposo di Augusto. L’imperatore, di fatti, aveva deciso di instaurare alcune festività per dare modo a coloro che avevano lavorato duramente nei campi, dei giorni di festa per riposarsi prima di ricominciare a lavorare nuovamente.

La ricorrenza venne riportata al 15 agosto dalla Chiesa Cattolica nel 1950, per associarla all’Assunzione Della Vergine al Cielo. Molti si chiederanno, tuttavia, cosa centra l’aspetto religioso con quello che oggi è per noi Ferragosto? Ovvero l’occasione di uscire di casa e godersi un pranzo tutti insieme?

Questa usanza si dilagò durante il fascismo in Italia, negli anni ’20. Grazie a molte associazioni del lavoro, venne instaurata la gita fuori porta per i lavoratori. Inoltre in questo giorno dal ’31 al 1937, anche i treni erano super scontati per permettere a tutti i cittadini di godersi un giorno di vacanza in relax e libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.