Caldo in Italia: finirà presto e arriveranno le piogge – gli ultimi aggiornamenti

Caldo in Italia, l’ondata anomala si abbatte inesorabilmente sulla penisola. Arriveranno le piogge? Ecco gli ultimi aggiornamenti metereologici sulle precipitazioni

Caldo
Caldo (Pexels)

Gli articoli più letti di oggi:

Il caldo anomale si sta abbattendo sulla nostra penisola a causa dell’anticiclone africano, che ha purtroppo causato numerose vittime anche in Spagna. Spossatezza, disidratazione, debolezza, le temperature così elevate dettate dal cambiamento climatico causano sintomatologie importanti, che specialmente nei soggetti fragili causano gravi conseguenze. Non solo gli esseri umani, ma anche gli animali domestici soffrono di questa straordinaria condizione, che in questo periodo vede l’estate più torrida di tutti i tempi. Anche l’abbassamento della pressione è una condizione frequente, così come il colpo di calore e spesso la congestione, che può avere risvolti anche molto gravi.

Il benessere psicologico può essere messo alla prova dall’eccessivo caldo. in modo particolare acuendo alcune patologie preesistenti, che possono subire un netto peggioramento. Anche il nervosismo, come è noto, è una diretta conseguenza dell’organismo, per un maggiore numero di episodi di violenza che si verificano in questa stagione. Ed è proprio nella prossima settimana che si registreranno le temperature più elevate, per un’attesa sempre più significativa di precipitazioni rinfrescanti. Questo è quello che si evince dagli ultimi aggiornamenti metereologici, che non rincuorano sui possibili effetti.

Caldo in Italia: aggiornamenti

Caldo
Caldo (Pexels)

Ci sono alcune indicazioni da seguire nel periodo più caldo dell’anno, in particolar modo in caso di temperature alte come quelle che contraddistinguono attualmente il clima. La prima regola è quella di non uscire nelle ore più calde, generalmente comprese tra le 11 e le 18, soprattutto per i soggetti più fragili, come gli anziani.

Nel caso in cui non si potesse evitare di sottoporsi al caldo nelle ore sensibili, è necessario munirsi dei corretti strumenti protettivi per evitare conseguenze. Protezione solare, capello con visiera, occhiali da sole, ma anche indossare tessuti leggeri che permettano la traspirazione della cute, come lino e fibre naturali. Ovviamente l’idratazione ricopre un ruolo fondamentale: bere continuamente acqua, non eccessivamente fredda, deve essere un’azione sistematica e irrinunciabile.

Tutti suggerimenti da tenere bene a mente settimana prossima, quando l’ondata di caldo raggiungerà il picco a causa dell’anticiclone africano che si abbatte sulla nostra penisola. Registreremo, specialmente nei primi giorni di lunedì, martedì e mercoledì, temperature che sfioreranno i 42 gradi, ancora più effettivi per quanto riguarda il caldo percepito in alcune zone dell’Italia. Non sono previste al momento precipitazioni che possano abbassare le temperature, ma solo un particolare clima torrido e siccitoso nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.