Metabolismo, queste sono le pessime abitudini che lo bloccano: poi non potrai fare più niente

E’ il cruccio di tante donne nel nostro Paese e non solo. Avere un metabolismo lento non permette di dimagrire e ci fa assimilare tutto. Ecco come fare.

Metabolismo errori comuni
Addome piatto (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Avere il metabolismo che non funziona correttamente è un problema da non sottovalutare, poichè oltre a non farci dimagrire correttamente quando sosteniamo dei regimi ipocalorici, può avere anche conseguenze più gravi.

Ma cos’è il metabolismo? E’ quel processo che converte tutto il cibo che assimiliamo in energia preziosa per sostenere il nostro organismo. E’ quindi comprensibile che qualora sia rallentato o addirittura bloccato ciò provochi stanchezza e appesantire gli organi e le funzioni vitali.

Ci sono dei modi per poterlo rendere più regolare o accellerarlo, e questo prevede per prima cosa rendersi conto di tante cattive abitudini che di certo non lo aiutano a funzionare nel modo corretto. Ecco quali sono quelle più comuni che si possono con facilità modificare per tornare ad avere una salute eccellente. Semplici accortezze da poter mettere in pratica con molta facilità per le quali la nostra linea e la nostra salute ci ringrazieranno.

Metabolismo lento: le accortezze da usare per migliorarlo

Tra le abitudini sbagliate troviamo quella di non bere abbastanza acqua durante il giorno. Il nostro corpo è composto al 70% dal liquido, e ha bisogno di mantenersi idratato. Ecco perciò che diventa necessario bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Un fatto che non tutti riescono a fare, ma un traguardo che è possibile raggiungere semplicemente tenendo a portata di mano un bicchiere da poter sorseggiare con calma durante la giornata per raggiungere la quantità ideale.

Anche il caffè è un valido alleato nel mantenere attivo il metabolismo. Meglio quindi non saltare la nostra tazzina di caffè mattutina. Anzi, possiamo anche aumentarne un po’ la quantità, pur senza esagerare. Gli studiosi ritengono che l’uomo possa assumerne circa 400 milligrammi al giorno, pari a tre tazze di caffè americano. Un sacrificio che si può tranquillamente fare.

Il latte non è solo una gustosa bevanda, ma è anche fonte di calcio e vitamina D, utili proprio per mantenere in “forma” il metabolismo. Berne poco non è salutare, ma se si è intolleranti al lattosio si possono trovare valide alternative con le stesse proprietà nutritive in commercio. Infine, meglio evitare bevande troppo zuccherate o “condite” con topping o panna. Oltre a far male alla salute delle arterie, bloccano il buon funzionamento del processo di metabolizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.