Caffè, via al ritiro dai supermercati: attenzione se hai comprato questo marchio, è contaminato

Caffè, attenzione a una partita particolare che è contaminata. Come riconoscere quelle che sono le confezioni potenzialmente pericolose.

caffè attenzione cosa succede
(Christoph – Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

C’è un particolare marchio di caffè su cui fare attenzione perché c’è stata una contaminazione. A dirlo sono stati i punti vendita della grande distribuzione TuodìInGrande FrescoMarket, che sono stati anche i primi a ritirare dalla vendita questo particolare prodotto e a rendersi disponibili per eventuali rimborsi. In commercio sarebbe arrivata una partita di caffè macinato in confezioni da 250 grammi con ocratossina A OTA. Si tratta di una tossina potenzialmente velenosa che si genera dalle muffe. Per questo, il caffè è stato ritirato, ma si deve fare lo stesso attenzione, perché si potrebbe averlo ancora in casa senza saperlo. Ecco tutti i dettagli per riconoscerlo.

Caffè, attenzione: una partita di un marchio è stata ritirata dai supermercati

caffè attenzione partita ritirata
(cocoparisienne – Pixabay)

Il lotto di caffè oggetto di ritiro dal mercato è il: CAFFÈ GUSTO CLASSICO MACINATO JUANITO, CONFEZIONE DA 250 GRAMMI, LOTTO D06X, SCADENZA 06/04/2024. Non sono segnalati problemi ad altri caffè dello stesso marchio o ad altri lotti con identificazione diversa appartenenti sempre alla Juanito. Per capire se il caffè che hai a casa può essere corrispondente al lotto contaminato, ricordati dove lo hai acquistato. Infatti, questo lotto è stato venduto solo ai supermercati indicati all’inizio dell’articolo, che lo hanno già ritirato. Nei giorni scorsi era disponibile, per questo è importante effettuare comunque un controllo.

Se non ricordi dove hai acquistato il prodotto, il consiglio è di verificare il numero del lotto. Si trova sulla confezione, vicino alla data di scadenza. Se il lotto non è quello indicato, non c’è da preoccuparsi. In particolare, questa tossina è pericolosa secondo EFSA Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare perché, a lungo andare, può provocare danni alla struttura del DNA e può avere un effetto cancerogeno per i reni.

L’Ocratossina A si può trovare anche in frutta seccacereali vino. La legge europea impone dei limiti, anche perché questo elemento di solito è presente quando ci sono delle muffe. In ogni caso, prima di fare il caffè alla moka ricordati di dare un’occhiata alla confezione. Se ci sono muffe o insetti, getta tutto via senza pensarci due volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.