Frutta e verdura, scoperta presenza di pesticidi illegali: ecco cos’è stato trovato

Frutta e verdura dannose per la salute, la pericolosità di questi pesticidi è risaputa, ricercati i trafficanti.

pesticidi salute frutta verdura
(Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si tratta di varie tonnellate di pesticidi sospetti, il prodotto in sé sarebbe legale e rispetterebbe le norme in vigore nell’Unione europea tutta via qualcosa non torna.

In breve, le sostanze primarie che compongono questi prodotti sono legali ma la miscela che ne deriva è potenzialmente tossica e dannosa per chi ne farà uso, si tratta principalmente di erbicidi e funghicidi, prodotti impiegati per la crescita di cipolle, fagioli, mele e altri ortaggi. Sono state rilevate delle impurità in alcuni pesticidi che avevano come principio attivo il bentazone.

Tutta la veritá riguardo i pesticidi illegali, i rischi

pesticidi salute frutta verdura
(Pixabay)

Una delle zone più colpite dal traffico di fitofarmaci illegali in Italia sarebbe Latina, se qualcuno ancora si stesse chiedendo perché si decide di acquistare queste sostanze, la motivazione sarebbe legata ai guadagni, gli agricoltori che decidono di acquistare questi pesticidi, sono stati istruiti su come riconoscere i prodotti privi della classica scheda di etichetta, e su come utilizzarli successivamente, il risparmio e il guadagno per chi li utilizza sono alti soprattutto se si parla di grandi produttori, alcuni prodotti provenienti per esempio dalla Cina sono acquistati alla metà o addirittura a un terzo del prezzo rispetto alle sostanze utilizzate nel mercato legale.

Ogni anno l’agenzia europea per la sicurezza alimentare Efsa pubblica residui di pesticidi presenti nel cibo, il fatto che ci siano delle tracce nel cibo è reputato “sicuro” entro una certa soglia. Anche i pesticidi considerati illegali hanno un impatto sulla salute dell’ambiente. I pesticidi sono infatti sono sia tossici che inquinanti, contaminano il  suolo e le falde acquifere, deunque sono un rischio anche per gli esseri viventi animali, sono dannosi per i contadini che li utilizzano e anche per chi li consuma, chi ingerisce frutta e verdura contaminata è esposto a problemi di salute importanti, tra cui cancro, problemi epatici, renali, di fertilità e al sistema nervoso. I pesticidi legali, cosiddetti selettivi sono quelli che sono tossici, solo per gli elementi bersaglio, ovvero quelli che una volta svolta la loro azione non restano a lungo nell’ambiente, limitando i danni all’acqua al suolo agli animali e all’uomo.

Per risolvere il problema la soluzione sarebbe iniziare a basare l’agricoltura sulla biodiversità, l’ecosistema, si nutre di biodiversità che è la ricchezza della natura, la transizione ecologica è la vera chiave Per risolvere il problema dell’inquinamento ed incentivare la salute dell’ambiente e dell’uomo, sarebbe fondamentale iniziare a praticare un’agricoltura esclusivamente biologica rispettando i tempi ciclici delle stagioni, consumando frutta e verdura di stagione, l’agricoltura biologica è l’agricoltura della salute, in questo modo verrà ricostruito il rapporto tra uomo e natura. Uno dei principali obiettivi della strategia per la biodiversità è di ridurre, entro il 2030,  l’impiego e il rischio dei pesticidi chimici e in particolare di quelli più nocivi del 50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.