Addio ai capillari rotti sulle gambe: i rimedi più efficaci, tra cura e prevenzione

La presenza di capillari rotti sulle gambe genera fastidi e preoccupazione sul loro aumento. Esistono una serie di rimedi per risolvere questa criticità insidiosa, molto diffusa tra le donne.

Capillari rotti
Capillari rotti (Foto di cottonbro da Pexels)

Piccole vene di colore blu e rossastro sotto pelle. Conseguenza di problematiche a livello delle pareti nervose, a seguito della deformazione dei tessuti connettivi, i capillari rotti sulle gambe colpiscono molte donne.

Da chi è preoccupato a seguito dell’apparizione di un capillare rotto, nell’ansia legata a un conseguente aumento numerico, a chi invece ne ha una tempesta sulle gambe, esistono una serie di rimedi per dire addio a questa problematica. Si tratta di strategie sia naturali, sia non, applicabili a secondo del livello di gravità di questa problematica.

Queste non sono volte a eliminare i capillari rotti solo per una questione estetica, ma anche di salute in quanto spia di un’insufficienza a livello del sistema venoso, portando a conseguenze spiacevoli come gambe gonfie e pensanti, campi e bruciori.

Risolvere questa dilazione dei vasellini, il cui aumento li rende visibili all’occhio, è quindi molto importante ed è un desiderio di innumerevoli donne.

Si tratta in fatti di un problema diffuso in particolare nel genere femminile di cui sembra la causa principale essere di natura genetica. Oltre questo è determinata da sbalzi ormonali, problemi circolatori, traumi, terapie con specifici farmaci nonché l’esposizione a fonti di calorie eccessive, come la ceretta.

Capillari rotti sulle gambe: tra prevenzione e rimedi

Gambe
Gambe (Foto di cottonbro da Pexels)

Per quanto riguarda i capillari rotti sulle gambe esistono rimedi naturali per eliminarli. Ma in primis è bene giocare d’anticipo mettendo in atto una serie di strategie per prevenirli grazie ad abitudini di vita salutari come l’attività fisica, il normo peso nonché l’abolizioni di fumo e bevande alcoliche.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Dieta e gusto, la bevanda ipocalorica che ti aiuterà a perdere peso

Sì a calze elastiche, per ridurre l’insufficienza nervosa e aiutare la circolazione in particolare per chi passa molto tempo in piedi. Nel caso siano già comparsi è possibile seguire una terapia volta a rinforzarne le pareti, a base di ingredienti naturali come ribes nero, mirtillo, vite rossa, tra creme e pastiglie per bocca.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Sbiancare i denti con il cacao, ecco come farlo con questo metodo

Esistono poi iniezioni di medicinali ad hoc. Per curare le situazioni più gravi è possibile effettuare il laser, metodo attraverso cui si aumenta la loro temperatura interna, portandoli a chiudersi.

Nel caso si debbano attendere lunghi tempi, tra cure e trattamenti, è possibili coprirli con fondotinta specifici. In ogni caso è molto importante rivolgersi a specialisti del settore per individuare la soluzione più adatta alla propria situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.