“Dignitose e sofferenti”: il messaggio dei talebani verso le donne per l’8 marzo

Mentre l’Onu dichiara l’Afghanistan uno dei Pesi più repressivi al mondo in merito ai diritti delle donne, i talebani rilasciano un messaggio per l’8 marzo: “Dignitose e sofferenti”

Taleban 8 marzo
Donna (Pexels) – Haircare.it

L’Onu, in occasione dell’8 marzo, giornata internazionali per i diritti delle donne, ha rilasciato una riflessione sulla condizione della donna in Afghanistan. Un vero e proprio appello, causato dalle azioni repressive sistematicamente applicate ai danni delle donne, le quali si trovano ad affrontare rigidissime norme di comportamento.

Una situazione che si aggrava dall’agosto del 2021, quando i talebani hanno ottenuto il potere, impedendo alle donne di frequentare corsi di studio, lavorare in ruoli pubblici, spostarsi in assenza di un parente uomo. Obbligate a coprirsi interamente per uscire di casa, viene vietato l’accesso in molte strutture pubbliche, come giardini e palestre, per una repressione sempre più evidente.

L’Onu dichiara l’Afghanistan uno dei Paesi più repressivi al mondo, appello accompagnato dal messaggio dei talebani in occasione della giornata internazionale dei diritti delle donne. Parole che fanno discutere e non trovano fondamento nella triste realtà che vede realizzarsi soprusi, emarginazione e violenza.

Afghanistan, il messaggio dei talebani per l’8 marzo

Taleban 8 marzo
Afghanistan (Pixabay) – Haircare.it

L’Onu definisce l’Afghanistan come uno dei Paesi più repressivi al mondo in merito ai diritti delle donne, una realtà complessa e sfaccettata che applica metodicamente sistemi di emarginazione. Escluse dalla vita sociale, da numerosi posti di lavoro, da diversi luoghi pubblici, dall’istruzione e obbligate a coprirsi per uscire di casa, le donne affrontano una situazione che si aggrava sempre di più.

Mentre l’Organizzazione delle Nazioni Unite promuove un appello forte e deciso, alcune donne a Kabul hanno manifestato per rivendicare diritti in occasione dell’8 marzo. Mentre si realizza questo quadro, i talebani lanciano un messaggio rivolto proprio alle donne afgane, promosso da Maulawi Abdul Kabir, Deputato Politico del Ministero dell’Emirato Islamico dell’Afghanistan.

Taleban 8 marzo
Donna (Pexels) – Haircare.it

Donne fedeli, dignitose e sofferenti dell’Afghanistan. In diversi periodi della storia, le donne musulmane del mondo, in particolare le donne afghane, hanno svolto un ruolo significativo in varie battaglie, nella diffusione dell’istruzione e persino nella vittoria del jihad ventennale. La benedetta religione dell’Islam vede uomini e donne con lo stesso occhio, considera entrambi come due ali della società. Rispettano la dignità delle donne e invitano tutti a rispettarle e trattarle bene“.

ORA SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM!

L’Emirato islamico proibisce severamente il matrimonio forzato delle vedove, il maltrattamento nei loro confronti, la punizione senza commettere peccato e simili atti illegali e oppressione delle donne. L’Emirato islamico cerca di fornire un ambiente educativo sicuro per le donne nella società, nonché lavoro e affari per loro e contribuiscano al progresso della società“.