Natale, il primo errore lo commetti a tavola: i segreti per un pranzo super

Natale, tempo di abbuffate e gustose pietanze ma siamo sicuri di farlo bene? Ecco come adoperarsi per scongiurare gli errori comuni a tavola e gustarsi un pranzo super. 

Natale 2022 errori comuni
Tavola imbandita a festa – Pixabay

Natale è alle porte, nei prossimi giorni ci aspetteranno tavolate con gustosi piatti dall’antipasto al dolce. Si sa quando inizieremo a degustare tutte le prelibatezze ma non si sa quando finiremo. Beh, diciamo che uno degli aspetti lieti di questa festa è sicuramente il momento della cena della Vigilia ed il pranzo del 25. Ma cosa dobbiamo fare per evitare errori?

Sicuramente bisogna stare attenti perché a volte gli strafalcioni sono dietro l’angolo e quindi esistono dei modi per evitare di ritrovarsi con delle pietanze non fresche e nocive per la nostra salute. Purtroppo questi incidenti sono più frequenti di quanto si possa pensare. Ecco quindi cosa fare per non commettere errori.

Pranzo di Natale, l’ABC per non sbagliare a tavola

Errori comuni menu Natale
Frittura di pesce – Pixabay

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Menù di Natale con poche calorie? E’ possibile ed è golosissimo. Provare per credere!

Ogni regione d’Italia ha le sue tradizioni ma se c’è un alimento che sicuramente è frequente in molti luoghi della penisola è il pesce. Questo infatti si presta a diverse preparazioni divenendo il Re dei primi e secondi piatti. Ma è un alimento particolare ed è per questo che merita di essere scelto con calma affidandosi solo ai rivenditori autorizzati. Se ad esempio volete preparare la classica fritturina, anche l’olio merita di essere scelto bene (evitando di farlo fumare perché pericoloso). Come cottura optate per la la friggitrice elettrica garantirà croccantezza.

Quando si tratta invece di molluschi, anche qui bisogna stare attenti a non comprarli ovunque; nel caso in cui vogliate preparare uno spaghetto alle vongole, acquistatele ancora vive e non immerse in acqua. E le confezioni nelle quali sono riposte, che siano retine, vaschette o le confezioni devono avere un’etichetta che esplichi le caratteristiche specifiche quali la provenienza e come sono state conservate. Attenzione a cuocerle attentamente, devono stare 10 minuti in pentola a fuoco lento, da rimuovere quelle rimaste chiuse.

SOS pranzo Natale
Frutta secca cestino – Pixabay

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ->  Tutto pronto per Natale, tranne il menù? Due ricette imperdibili per un secondo piatto da chef

La frutta secca è immancabile sulle nostre tavole ma meritano di essere conservate adeguatamente per poterle gustare in tutta sicurezza. Si consiglia di riporli in luoghi asciutti, dove il livello di umidità sia inferiore al 10%, eviterete le muffe. E per quanto riguarda il dessert, mantenete sempre una temperatura costante evitando shock termici che potrebbero alterare il prodotto.

Impostazioni privacy