Balayage: la schiaritura graduale è ancora di moda? La verità dalle vip e dalle passerelle

Il Balayage rappresenta una schiaritura naturale, effetto baciata dal sole. Un trattamento con cui creare giochi di colori unici, illuminando la chioma.

Balayage: trend delle star
Balayage (canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Dagli anni Settanta fino a giorni oggi le balayage sono le protagoniste assolute in fatto di capelli. E quest’anno rimangono una tendenza forte?

La risposta arriva dalle passerelle e dalle star che confermano come queste schiariture sono in assoluto l’effetto più ricercato. Quello che in particolare è molto amato è il fatto che illuminano i capelli in modo molto naturale. In questo modo effetti come le meches a striscia pedonale, oppure una cascata di biondo fieno o ancora colpi di sole quasi bianchi, sono banditi.

Le balayage permettono di creare un risultato come se si fosse state baciate dal sole adattandosi a molteplici basi: particolarmente indicate per i biondo ceneri sono comunque un’ottima scelta anche per i castani più scuri. L’effetto che si crea è unico nel suo genere: non essendo una tinta schiarisce la propria base naturale.

Nata in Francia, questa tecnica si basa sulla decorazione infatti di solo uno/due toni rispetto al colore di partenza: il suo obiettivo è creare un effetto omogeneo, senza troppi colori a contrasto, illuminando la chioma.

Balayage: la schiaritura graduale conquista le vip

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gisele Bündchen (@gisele)

Se negli scorsi anni il degradé è stato il protagonista assoluto ora è il turno delle Balayage che conquistano passerelle e vip. Star del calibro di Gisele Bundchen e Blake Lively sono note per i loro capelli illuminati da questo effetto.

Ma come si realizza? I capelli vengono divisi in ciocche di grandi dimensioni formando una stella per poi decolorare alcune zone e infine tonalizzare diverse sezioni per illuminare il viso. Le schiariture, infatti, si concentrano sul davanti.

Per quanto riguarda la tecnica è lasciato molto spazio alla creatività del parrucchiere in quanto le sfumature devono essere create a occhio, in base al propri gusto e a un armonico equilibrio.

A differenza dello shatush permette di schiarire tutta la chioma e non solo le punte. Per quanto riguarda la base si presta soprattutto per chi è biondo cenere: si possono tirare fuori colori biondi da batticuore di ogni tipo a seconda di quale punto di biondo si sogna, senza rovinare troppo la chioma. Non è un effetto invasivo.

Inoltre dà vita a castani caramello e castani leggermente schiariti, tanto da essere usato da dive come Meghan Fox per dare un po’ di luce alla sua chioma scura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *