Acqua durante i pasti, non berla MAI: quali sono le controindicazioni che non conosci

Bere acqua durante i pasti? Non farlo MAI più, il motivo potrebbe sconvolgerti. Tutti i buoni motivi per non fare questo errore.

acqua
Non bere più acqua durante i pasti, l’errore che ti potrà a disturbi seri (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sappiamo che una corretta alimentazione con frutta e verdura, ricca di cereali integrali è fondamentale per il benessere del nostro organismo. Fare colazione è essenziale per non arrivare affamati al momento del pranzo, necessari almeno due ore e mezzo dopo i pasti principali fare degli spuntini salutari, e assumere almeno 2 L di acqua al giorno.

Tuttavia, secondo molti bere acqua durante il pasto potrebbe portare ad un gonfiore fastidioso che non permettere l’agevolazione della digestione. Motivo per cui è necessario seguire delle norme per non imbattervi in disturbi. Di seguito vi elencheremo una serie di consigli per ovviare a questi problemi che per quanto banali possono compromettere la vostra salute e progredire verso problemi più o meno seri.

Tutti i buoni motivi per non bere acqua durante i pasti principali

acqua
Bere poco durante i pasti ti aiuta a digerire meglio e ad evitare acidità e reflussi (Canva)

Bere troppa acqua durante i pasti può fare in modo di aumentare il gonfiore addominale. Per ovviare a questo problema  e favorire la digestione è necessario assumere un massimo di uno a tre bicchieri di acqua. Fondamentale non assumere tutto il quantitativo necessario giornaliero in un solo pasto, ma spalmarlo per l’intera giornata. Meglio piccoli sorsi. 

Assumere una dose massiccia di liquidi durante i pasti potrebbe influire non solo sulla digestione ma anche aumentare il rischio di acidità e reflusso. Se soffrire in partenza di questi disturbi è importante assumere un’acqua ricca di bicarbonato di calcio che favorisce la digestione e attenua i disturbi sopra elencati. 

Oltre ad essere consigliate per le persone più anziane nel combattere l’osteoporosi e contro problemi legati a patologie del fegato. Inoltre è necessario eliminare o quantomeno limitare le bevande come vino o birre per non andare incontro ad ulteriori infiammazioni o disturbi fisici legati alla digestione. Massimo una volta alla settimana e non più di un bicchiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *