The Crown 5, succede l’impensabile: scampato l’omicidio sul set dopo il furto gravissimo

The Crown 5, panico sul set, dopo alcuni furti arriva l’indagine per omicidio. Scopriamo nel dettaglio cosa è accaduto. 

The Crown 5
La serie televisiva più vista su Netflix (Screenshot Instagram Account Official)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

The Crown 5 è la serie più amata su Netflix, trattando della storia della Royal Family nel dettaglio come infatti sappiamo aver messo in scena anche la morte di Lady Diana. Abbiamo visto cambi di attori che interpretano altri personaggi in diverse età, insomma un salto nel passato che ci fa scoprire gli intrighi di corte tra uno scoop e un’altro. Ultimamente sul set della serie sono successi degli eventi spiacevoli. 

Da fonti certe, siamo a conoscenza che ci sono stati periodicamente dei furti sul set. Parliamo dei gioielli di scene dal valore di circa 150 milioni di sterline che è sfociato in un indagine di omicidio! L’evento è accaduto il 16 febbraio, andiamo nel dettaglio.

The Crown 5, scompaiono i gioielli di scena e si arriva all’ipotesi di un omicidio

The Crown 5
La storia della Corona Britannica, dalla realtà alla finzione, il caso di The Crown 5 (Screenshot Instagram Account Official)

La polizia è stata prontamente avvisata alle 16 del pomeriggio. Dalla realtà alla finzione è davvero un attimo, di fatti dopo l’intervento delle forze dell’ordine per quanto riguarda il furto di gioielli la situazione è sfociata in una ilare situazione surreale in quanto: il ritrovamento di un corpo nel fiume poco distante col volto rivolto verso il basso ha fatto scattare la teoria dell’omicidio.

Invece, tutto un flop! Il corpo era un manichino di scena, probabilmente utilizzato dai malfattori durante la loro fuga. Fortuna ha voluto che la situazione si fosse risolta in poco tempo, e corretto l’equivoco. Mentre i malfattori hanno agito prudentemente ripulendo tre auto contenenti i gioielli di scena senza rimanere prove. 

Tuttavia, sul set di The Crown 5 è facile scambiare la realtà per finzione, fortuna che gli agenti l’hanno capito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *