Capelli: come migliorarne la qualità con i passaggi giusti

Ci sono alcuni passaggi da fare per poter mantenere i nostri capelli sempre in ottima forma. Sono semplici e facili da mettere in pratica.

Capelli qualità
Dei capelli lunghi (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Benchè capiti di rado di pensarci, anche i nostri capelli hanno una “vita”: quindi nascono, crescono e poi muoiono, quando cadono e li perdiamo. Ovviamente non tutti sono uguali, ed è per questo che oltre alla diversa texture (riccia, liscia o ondulata) troviamo nche capelli secchi o grassi, tendenti alle doppie punte o a spezzarsi.

Ecco quindi che è fondamentale averne buona cura, mettendo in atto tutta una serie di accortezze per mantenerli in salute. Ciò può essere fatto sia dall’esterno che dall’interno.

Oltre ad utilizzare infatti prodotti mirati, è buona norma seguire anche un regime alimentare equilibrato, che possa dare i nutrimenti necessari alla capigliatura, ed inoltre ci sono in commercio anche integratori specifici pensati apposta per loro.

Inoltre, e non è cosa da sottovalutare, anche fare attività fisica migliora il loro aspetto, poichè stimola tra le tante cose, anche l’ossigenazione del cuoio capelluto, oltre a favorire la microcircolazione. Ciò è fondamentale per chi soffre di forfora. E cercare di dormire le canoniche 8 ore non fa altro che bene, poichè si è riscontrato quanto la caduta dei capelli sia più evidente in chi dorme poco o soffre di insonnia.

Capelli sani e lucenti? Ecco come migliorarli

Passando poi al loro lavaggio, sarebbe buona abitudine non lavarli con acqua caldissima, poichè ciò potrebbe provocre lo scollamento a livello di cuticole cheratinose, proprio quelle che danno un bell’aspetto lucente, per intenderci. Importante è poi anche la scelta dei prodotti, che devono essere specifici per il tipo di capello, meglio se a Ph neutro e poco schiumogeni. Shampoo, maschera o balsamo andrebbero poi presi della stessa linea, per assicurare lo stesso Ph e non stressare la chioma.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Short hair queen (@shorthair_queen)

Dopo averli lavati, i capelli vanno tamponati delicatamente e quindi asciugati con il phon ad una temperatura media, non troppo calda poichè ciò potrebbe addirittura danneggiarli. Ottimo, in questo caso, soprattutto per chi ha capelli mossi o ricci, l’utilizzo del diffusore, mentre la piastra andrebbe usata il meno possibile.

La capigliatura andrebbe poi tagliata ogni due mesi, spuntandone le estremità, proprio per mantenerla sana ed evitare doppie punte. Benchè un taglio drastico e corto possa rinvigorire non poco i capelli, per mantenerli in salute bastano pochi centimetri tagliati sei volte all’anno per tenere tutto sotto controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *