Ringiovanire la pelle di 30 anni? Si può! Il “cocktail magico” che tutti aspettavano

Pelle più giovane di 30 anni? Da oggi è possibile. Non c’è bisogno di ricorrere alla chirurgia: infatti, è stato scoperto un vero e proprio rimedio naturale

Pelle elisir di lunga vita
Pelle (Facebook)

L’età che avanza spaventa tutti, ma non possiamo farci nulla. Il tempo scorre e non esiste un modo per fermarlo. Un attimo prima siamo giovani, quello dopo vediamo spuntare i primi capelli bianchi e le prime rughe sul nostro volto. I personaggi famosi riescono a tenersi bene nel tempo, ma chi non ha modo di sperperare tutti questi soldi per tenere giovane la propria pelle, finisce per arrendersi al fatto di non potersi permettere di mantenerla giovane. Le persone ricorrono ai metodi più disperati per riuscire a contrastare il tempo: c’è chi spende una grande quantità di soldi nella chirurgia, chi invece opta per rimedi naturali come le famose creme anti età, ma spesso nessuna di queste due opzioni risulta funzionale.

Infatti, la chirurgia purtroppo è molto evidente e, a meno che non si ricorra all’aiuto di chirurghi esperti che richiedono moltissimi soldi, è difficile nascondere sul nostro volto i segni del loro passaggio. Le creme, invece, richiedono moltissimo tempo per vedere dei risultati: sono in tanti ad arrendersi, un po’ per pigrizia e un po’ per mancanza di fiducia.

Pelle più giovane di 30 anni? Da oggi si può!

Pelle elisir di lunga vita
Pelle (Facebook)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Non solo Mikonos e Santorini: ecco le isole greche da non lasciarsi sfuggire

Adesso però cambia tutto, perché è stato scoperto l’elisir di lunga vita della pelle. Grazie a una riprogrammazione genetica parziale, ad oggi è davvero possibile ringiovanire le cellule della pelle, facendoci sentire più giovani di 30 anni. Questo risultato è stato pubblicato sulla rivista eLife dal Babraham Istitute, in Inghilterra. I ricercatori sono riusciti a ripristinare la funzionalità delle cellule delle pelle.

Questa tecnica, usata dagli scienziati, è stata messa a punto dal premio Nobel Shinya Yamanka, lui stesso ci ha pensato a rivisitarla e a correggere i piccoli errori. Hanno usato lo stesso cocktail di proteine ringiovanenti, Oct4, Sox2, Klf4 e cMyc, somministrandolo alle cellule per soli 13 giorni invece dei famosi 50 a cui tutti noi eravamo abituati.

Grazie a questa tecnica, le cellulare così riprogrammate hanno perso tutti i segni della età, e allo stesso tempo anche la loro identità per un tempo momentaneo. In secondo momento sono state poi coltivate in condizioni normali e hanno avuto così il modo di riacquisire la loro identità di cellule della pelle, con un meccanismo che però risulta ancora oscuro, sono poi tornate a produrre collagene proprio come le cellule più giovani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il bar dove oltre al caffè servono anche un abbraccio. Un posto da non perdere

Dunque, è tutto vero: con questo cocktail, è possibile mantenere giovane la propria pelle. Proprio in questo modo, sarà possibile sentirci giovani e riuscire a guardarsi allo specchio senza deprimersi all’idea del tempo che sta passando su di noi. Non ci resta che attendere che questo cocktail arrivi pure a noi per poter cominciare ad applicarlo su di noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.