Curare e valorizzare i capelli ricci si può: tutti i consigli utili

I capelli ricci, si sa, sono più difficili da trattare, ma grazie a questi consigli per curare e valorizzare al meglio i ricci non avrai più problemi.

rimedi capelli ricci
Ragazza che non riesce a domare i suoi ricci (Pixabay)

Il famoso modo di dire “ogni riccio un capriccio” riflette bene l’idea dei capelli ricci come disordinati e scompigliati. In realtà, attraverso questo proverbio anche la persona che li porta viene connotata come capricciosa, come se i suoi ricci indomabili riflettessero in qualche modo la sua personalità.

Che tu sia capricciosa o meno, e quindi d’accordo oppure no con il detto, non si può negare che i capelli ricci siano più difficili da gestire rispetto a quelli lisci, che invece causano ben pochi problemi. Ma una chioma vaporosa e riccia è anche sinonimo di fascino e sensualità. Ecco perché devi andare fiera dei tuoi capelli, che potrai curare e valorizzare al meglio grazie a questi validi consigli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Capelli ricci senza piastra? ecco i metodi fai da te

Come curare e valorizzare al meglio i capelli ricci

trattamento ricci consigli
Ragazza con i capelli ricci (Pixabay)

Se hai i capelli ricci il rischio di incappare nel capello crespo, opaco e gonfio è molto frequente. Ecco perché ti possono essere utili questi consigli da mettere in pratica per rendere i tuoi ricci elastici, morbidi e volumizzati. Una prima cosa che puoi fare, su consiglio di Fulvio Tirrico, specialista e coach dei capelli curry è utilizzare un primer oil, ossia un pre-shampoo idratante a base di oli naturali. Questo può essere applicato prima del lavaggio, per nutrire e idratare i capelli.

Durante il lavaggio, invece, prediligi sempre prodotti naturali, come ad esempio uno shampoo che sia privo di solfati. E cerca di non lavare troppo spesso i capelli durante la settimana. Così facendo il rischio di avere capelli crespi sarà maggiore. Se poi i tuoi capelli sono molto ricci sarà più facile che si annodino. Ecco perché l’ideale sarebbe lavarli al massimo 2 volte alla settimana. Dopo il risciacquo, sempre secondo Terrico, può essere utile applicare sui capelli bagnati una piccola quantità di crema per definire al meglio i tuoi ricci dalle radici alle punte. Dopo l’applicazione manuale strizza i capelli accartocciando le ciocche.

E per asciugarli? Anche questo processo rischia infatti di indebolire il capello oppure di renderlo crespo se viene praticato in modo errato. Ecco perché l’ideale sarebbe asciugarli all’aria aperta. Questo perché il calore può danneggiare i capelli. Quindi se decidi di utilizzare il phon o la piastra regola la temperatura in modo tale che non risulti troppo eccessiva. Infine eccoci giunte al momento della pettinatura, che per essere efficace non deve essere applicata troppa forza, altrimenti potresti danneggiare i capelli rendendoli di conseguenza più delicati e deboli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Capelli ricci: dalla definizione al volume, gli step per una chioma perfetta

Ora che sai come trattare al meglio i tuoi ricci durante i vari passaggi, ricordati che un ambiente umido può essere una minaccia per i tuoi capelli. Dunque ciò che puoi fare in questi casi è coprirli con un foulard o un cappello. Altra cosa che potrebbe danneggiarli è un tessuto poco adatto per la federa del tuo cuscino. E dato che durante la notte i tuoi capelli sono stretto contatto con il cuscino per molte ore consecutive, l’ideale sarebbe scegliere federe in seta o in raso, escludendo il cotone che invece favorisce l’aggrovigliamento e l’umidità dei capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.