Camminare a stomaco vuoto: va fatto oppure no? Sfatiamo un mito

Sono tanti gli estimatori di una passeggiata di prima mattina, magari prima di fare colazione. Ma fa bene camminare a stomaco vuoto?

Camminare stomaco vuoto verità
Due donne che camminano (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sono tante le persone che appena tornate dalle vacanze si sono subito affrettate a rimettersi in riga per poter buttare giù quei chili in più accumulati durante il periodo estivo. Mantenersi in forma non serve solo ad apparire più magri, ma anche a migliorare la salute del nostro organismo.

Un regime alimentare equilibrato e pulito ci consente di nutrirci senza appesantire il fisico, e la dieta mediterranea è ottima per farci dimagrire pur senza eliminare alimenti preziosi come frutta e verdura, oltre a carne, pesce e anche pasta.

Tuttavia seguire una dieta non è sufficiente, poichè serve anche fare dell’attività fisica per mantenere il corpo tonico ed evitare di avere pelle flaccida e rilassata. Vi abbiamo già parlato dei grandi benefici della camminata, disciplina adatta a tutti, giovani e anziani. Ma quando è meglio camminare, prima o dopo aver mangiato?

Passeggiata: è meglio camminare a stomaco vuoto o pieno?

Sulla questione ci sono due scuole di pensiero: c’è chi ritiene che una bella passeggiata prima di iniziare la giornata con la colazione sia corroborante e aiuti a partire con il piede giusto. effettivamente c’è della verità in questo ragionamento: camminare ci aiuta infatti a produrre endorfine, ovvero gli ormoni della felicità e del benessere. Altri credono invece che una camminata subito dopo aver pranzato o cenato aiuti la digestione, e anche in questo caso non hanno tutti i torti: l’attibità fisica moderata è ottima infatti per evitare di sentirsi pesanti dopo i pasti.

Ma se si vuole dimagrire, cosa è meglio fare? La soluzione migliore è camminare a stomaco vuoto. Una passeggiata all’aria aperta di prima mattina oltre a metterci di buonumore ci permette anche di smaltire i chili in più con maggiore velocità.

Questo perchè non avendo ingerito proteine, grassi e carboidrati con il pasto, il corpo andrà a bruciare direttamente le riserve accumulate, consentendoci quindi di smaltire massa grassa più in fretta rispetto se avessimo pranzato. Non resta quindi di armarci di buona volontà, un paio di scarpe da ginnastica, e dedicarci 30 minuti di camminata prima di prendere il caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *