Capelli e mancanza di ferro, cosa fare per integrarlo

Capelli e mancanza di ferro, come rendersi conto di questo problema e come affrontarlo. Cosa fare per integrarlo attraverso l’alimentazione.

Il ferro è una sostanza importantissima per il nostro organismo, e la sua funzione principale è quella di produrre emoglobina, ed essenziale per il funzionamento di proteine ed altri enzimi.

Capelli e mancanza di ferro
Capelli e mancanza di ferro (Foto di Lina Kivaka da Pexels)

La carenza di ferro spesso si manifesta con cefalea, stanchezza, palpitazioni, ma anche fessurazioni sulle unghie e agli angoli della bocca.

Nei capelli, la mancanza di ferro si fa notare con una perdita consistente, e inoltre la chioma appare spenta e secca.

Nelle donne in età fertile, la mancanza di ferro è purtroppo molto comune, anche a causa delle mestruazioni mensili, o della gravidanza e parto.

Ma come fare per affrontare questo problema? Vediamo come riconoscere dai nostri capelli se abbiamo una carenza di ferro e come integrarlo attraverso l’alimentazione.

Capelli e mancanza di ferro, come riconoscere il problema e come risolverlo

Capelli e mancanza di ferro
E’ necessario integrare il ferro tramite l’alimentazione (Foto di Jill Burrow da Pexels)

Come abbiamo già visto, la mancanza di ferro si note inevitabilmente attraverso i nostri capelli. Quindi, se notate che la vostra chioma appare spenta e secca, e avete una perdita copiosa di capelli, parlatene subito con il vostro medico che saprà indirizzarvi sulle analisi da fare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Stanchezza e spossatezza possono essere causate da queste patologie

Per contrastare e combattere la mancanza di ferro, per prima cosa occorre modificare la nostra alimentazione, inserendo cibi che contengono alte percentuali di ferro.

La carne rossa rimane senza dubbio la fonte principale di ferro, e sarebbe necessario introdurla 2 volte a settimana. Ma per chi non ama particolarmente la carne, è importante assumere anche il pesce,, i legumi e le uova, come anche la verdura in particolare a foglia verde.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Gel ai semi di lino: la soluzione green per la cura del capello

Diverso il discorso per i vegani, che non introducendo ne carne, ne pesce, ne uova, possono incorrere spesso nella carenza di ferro, poiché il ferro contenuto nella verdura, così come in alcuni legumi, non è assimilabile al 100 % dal nostro organismo.

In questo caso quindi, si rende necessario ricorrere a degli integratori di ferro, e abbinarli alla vitamina C, che agevola l’assorbimento del ferro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.