Correre, il trucco per sentire meno la fatica è questo: devi fare così

Con il rientro dalle ferie, ormai iniziato, molte persone cercano di rimettersi in forma e smaltire i chili delle vacanze. Il trucco per faticare meno nella corsa è questo.

Trucco per faticare meno durante la corsa
Runner durante il riscaldamento (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sono milioni le persone in tutto il Paese che scelgono come attività fisica la corsa. Un modo semplice ed economico per tenersi in forma e buttare giù i chili in più. in particolare, capita che al rientro dalle vacanze ci si ritrovi un po’ più appesantiti, a causa dei peccati di gola ai quali ci siamo lasciati andare, complice quell’aria di libertà e relax dopo mesi passati a lavorare.

Tornare tuttavia a una routine sportiva non è così semplice, e capita che si incontrino delle difficoltà legate soprattutto alla mancanza di esercizio, che tendono a farci percepire maggiormente la fatica.

E’ normale, ma esiste un trucco che rende meno pesante questa caratteristica. Scopriamo quindi come poter fare per tornare al nostro allenamento con i i minor “traumi” possibili.

Corsa, esiste un trucco per far sentire meno la fatica

In realtà uno dei primi segreti per affrontare meglio la fatica è quella di vederla come nostra alleata. Proprio così: in un periodo in cui sembra che si cerchi di cancellarla del tutto, grazie alle diverse comodità di cui possiamo fruire, avrete notato l’aumento delle persone che praticano sport di endurance. Gli sportivi di professione imparano fin dai primi momenti che per arrivare a degli obbiettivi di un certo livello faticare è essenziale, poichè nel caso contrario significherebbe in qualche modo barare. Ma come si trasmuta questo concetto a livello amatoriale?

Dovremmo cercare di pensare alla fatica come a un sinonimo di soddisfazione, magari aiutandoci ripensando a un grande traguardo raggiunto, a qualcosa che siamo riusciti a portare a termine, focalizzandoci non solo sul risultato finale, ma anche sulla fatica che lo ha preceduto. Ci renderemo conto che le due sensazioni sono proprio proporzionali.

E’ naturale, per l’essere umano, pensare di più alla gioia e alla soddisfazione, mettendo in un angolino i sacrifici che si sono dovuti fare per raggiungerle. Il consiglio è invece di tenerli bene a mente, cercando di visualizzarli in modo positivo. Non per tutti è così semplice, e il consiglio, nel caso la mente non riesca a distogliersi dalla fatica, è quello di spostarla su altro, concentrandoci sui movimenti dei piedi, o delle braccia, focalizzandoci su altri particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *