Mangiare le unghie, questo rimedio casalingo ti farà smettere all’istante

Smettere di mangiare le unghie non è semplice per chi lo fa da una vita. Tuttavia per smettere all’instante ecco un rimedio incredibile!

mangiare le unghie
(Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Smettere di mangiare le unghie non è sempre semplice. L’onicofagia non è soltanto una patologia, ma può nascondere anche aspetti psicologici. In alcuni casi la gravità della situazione è talmente elevata da richiedere cure specialistiche, mentre se è lieve o almeno gestibile, è possibile rimediare con alcuni rimedi fai da te che aiutano nella risoluzione del problema.

Il soggetto che ha come disturbo l’onicofagia, tende ad avere delle caratteristiche ben visibili. Solitamente chi mangia le unghie è soggetto ad un forte stress e tende a mangiare non solo le unghie, ma anche pellicine provocando delle lesioni molto gravi. Non è soltanto un problema anti-estetico ma anche autolesionista che nasconde, come già detto, problemi legati alla sfera emotiva.

Spesso sono soggetti che tendono ad essere sottoposti a fortissimi stress o ansie e sfogano la loro frustrazione nell’onicofagia. Anche essere costantemente annoiati può aggravare la situazione, ricorrendo a questo tic per riempire i momenti di noia o per imitazione. Questi atteggiamenti possono sfociare in autolesionismo, e in questo caso è utile capirne la causa scatenante tramite un percorso terapeutico seguito da specialisti.

Tuttavia, se l’onicofagia è blanda è possibile rimediare con metodi fai da te che possono aiutarci a smettere di mangiare le unghie. Di seguito ecco alcuni consigli utili per rimediare.

Smettere di mangiare le unghie: il rimedio infallibile per curare l’onicofagia

mangiare le unghie
(Freepik)

Fra le cure fai da te che possiamo adoperare per smettere di mangiare le unghie abbiamo la fitoterapia. In questo caso vengono impiegati per la terapia, sostanze urticanti che tendono a far desistere l’onicofagico dal mangiare le unghie. Per esempio smalti al peperoncino, aloe vera e tanto altro. Nella medicina omeopatica, si possono utilizzare i fiori di Bach che agiscono a livello psichico per il benessere generale dell’individuo. Oppure si può sfregare l’aglio sulle punte delle dita o l’aceto per impedire alla persona di mangiare le unghie.

Oltre a trovare dei rimedi pratici per risolvere il problema, è necessario farsi seguire da un terapista nel caso in cui non bastino questi semplici consigli. Spesso la causa di questo disturbo nervoso è molto più complesso e può essere scaturito da diversi stati d’animo che devono essere gestiti e controllati nel modo migliore. In conclusione per smettere di mangiare le unghie è necessario munirsi di smalti o ingredienti naturali che possano disturbare l’azione pratica e ricercare il motivo principale nel nostro “io”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.