Sei sempre priva di energia? Potresti essere in “burnout”. Cosa fare

Vi sentite sempre stressate e senza energia quasi tutti i giorni? Potrebbe essere un caso di burnout. Cosa significa e come superare questa condizione?

mancanza energia Burnout di cosa si tratta
Donna stanca (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Capita a volte di sentirsi senza forze, prive di energia e particolarmente stressate o frustrate.Del resto, le giornate no capitano un po’ a tutte, magari associate a un periodo un po’ più impegnativo del solito.

Ma se queste sensazioni si prolungano per un tempo più lungo, e sono magari addirittura mesi, che le provate, allora potreste essere in “burnout“. Questo termine è stato coniato per la prima volta nel 1974 dal medico Herbert Freudenberger nel suo volume Burnout: The High Costo of High Achievement. Solo nel 2019, tuttavia, l’OMS lo ha riconosciuto, non come malattia, ma come fenomeno occupazionale.

In parole povere, l’Organizzazione Mondiale della Sanità la ritiene una condizione fortemente legata al lavoro. Freudenberger lo definì “l’estinzione della motivazione o dell’incentivo, specialmente quando la propria devozione a una causa o una relazione non riesce a produrre i risultati desiderati”. 

Ma quali sono i sintomi di questa situazione e come correre ai ripari per non farla sfociare in problemi più gravi come depressione, diabete o malattie cardiache?

Senza energia e stressata: i sintomi del burnout e come superarlo

Tra i sintomi principali c’è quello di sentirsi sempre stanchi. E’ una sensazione che provate ogni giorno, non solo a livello fisico ma anche mentale, facendovi sentire sopraffatti. anche sentirvi senza motivazione è un campanello di allarme. Non avete e non riuscite a trovare la motivazione e l’entusiasmo in ciò che fate e ciò vi rende ancora più irritabili e spenti.

L’irritabilità e il senso di colpa spesso viaggiano a braccetto e sono altri due sintomi della condizione. Sentite che qualcosa non va, ma non riuscite a focalizzarne bene il motivo e ciò vi irrita e provoca in voi un senso di inadeguatezza. A volte può provocare anche peso sul petto e “fiatone”. Di solito compare anche una mancanza di concentrazione e una tendenza a trascurare se stessi: alla ricerca di una sorta di rimedio “fast” per calmarsi, alcune persone iniziano ad avere comportamenti poco sani come bere alcool o fumare, oltre a mangiare in modo disordinato (o troppo poco o in eccedenza).

Se vi ritrovate in uno o opiù di questi sintomi, è importante che chiediate un aiuto professionale per venirne fuori. Gli psicoterapeuti consigliano inoltre di parlarne con le persone a voi più vicine, come familiari e amici, per non sentirvi soli di fronte alla problematica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.