Le peggiori mete per le vacanze 2022 in Italia: stai alla larga da queste zone

I pacchetti vacanze che comprendono volo+hotel, spesso, si rivelano dei veri e proprio flop. La scelta delle offerte vacanze, quindi va fatta con estrema cura. Scopriamo le mete peggiori per le vacanze 2022.

vacanze
(Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il viaggio più atteso di tutto l’anno, sicuramente, è la vacanza. Molte sono le offerte viaggi per cercare di raggiungere qualche meta da sogno, per passare le ferie. L’Italia è bellissima, da Nord a Sud. Tuttavia, non tutti le mete sono le migliori dove passare le proprio vacanze.

Nonostante i più di 10 chilometri di costa, caratterizzata da spiagge da favola e mare cristallino, come ai Caraibi, non tutta L’italia è proprio così. Ci sono alcuni luoghi in particolare, che faremmo meglio a starne lontani. Quali? Ecco la lista delle peggiori mete per le vacanze 2022.

Vacanza 2022: le mete peggiori da cui star lontani in Italia

vacanze
(Freepik)

Spesso le offerte possono ingannare. I prezzi vantaggiosi, alle volte, nascondono delle inside che nessuno vorrebbe incorrere. Tutto questo è dovuto ad un gioco di marketing che permetta ai turisti di essere attratti, anche a discapito della bellezza del posto.

Quando siamo in viaggio verso un meta, l’obbiettivo è quello di visitare e ampliare la nostra conoscenza. Anche se ciò comportasse la visita di luoghi non proprio definiti “belli”. Ma la bellezza è soggettiva, direte. Tuttavia, ci sono delle zone balneari molto inquinate, da cui sarebbe meglio stare lontani.

L’apparenza inganna. Questo è il caso della spiaggia di Rosignano Solvay. Anche se dalle foto sareste invogliati ad andarci per il mare azzurro cielo e la sabbia bianca, non è tutto oro quel che luccica. La sabbia, infatti, è di origine industriale dovuta alla fabbrica di bicarbonato che dista pochi metri dalla spiaggia. Questa è una zona della Toscana, in provincia di Livorno.

Altra spiaggia da evitare è quella di Coccia di Morto. E’ situata vicino alla foce del Tevere, e nonostante la natura aveva donato in origine una bellezza eterea, l’uomo con l’industrializzazione ha distrutto ciò che di bello c’era una volta. Questo problema tocca anche alla spiaggia Sferracavallo, in Sicilia. Qui, dove un tempo era tutto rigoglioso e bellissimo, la maleducazione dell’uomo l’ha resa paragonabile ad una discarica a cielo aperto. Quindi, meglio evitare di andarci!

Se l’uomo adempisse ai suoi doveri, attivando depuratori e non scaricando la colpa sugli altri, molte di queste spiagge ad oggi sarebbe salve. Sicuramente, sarebbero dei luoghi ideali per delle vacanze ma l’irresponsabilità dell’uomo ha reso impraticabile queste zone rendendo i mari e le spiagge inquinate.

In conclusione, state attenti quando cercate la meta per le vacanze e non fate affidamento soltanto alle offerte. Indagante in modo approfondito prima di scegliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.