Farmaco per perdere peso: meno 22kg in poco tempo – la spiegazione del Policlinico

Un nuovo farmaco in sperimentazione che agisce in modo bivalente. Ecco le rivelazioni sullo studio riportate dal Policlinico di Bari. Scopriamo insieme di quale farmaco si parla.

perdere peso tirzepatide
(canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La perdita di peso è un problema che affligge molte persone, dal sovrappeso a patologie molto più gravi come pazienti obesi che hanno un’elevato rischio di insorgere in patologie cardiocircolatorie gravi a causa del grasso adiposo che si deposita intorno agli organi, bloccando il normale flusso sanguigno e provocando trombosi e ostruzioni di arterie e coronarie.

Altra patologia molto diffusa, oltre all’obesità, è il diabete. Questa patologia comporta una disfunzione della produzione di insulina e il suo smaltimento da parte dell’organismo, portando a picchi glicemici altissimi. Ciò comporta pericoli per la salute. Uno fra i più gravi il coma diabetico.

Ultimamente però ci sono diverse innovazioni in arrivo per curare entrambe le patologie. Di questo studio ha parlato Francesco Giorgino, direttore del Policlinico di Bari del reparto di Endocrinologia. Egli afferma che stanno sviluppando una terapia basata su un unica molecola che abbia la capacità di agire in due sensi. Vediamo nel dettaglio la scoperta degli studi.

Tirzepatide: cura il diabete e favorisce la perdita di peso in poco tempo

perdere peso tirzepatide
Tirzepatide (Adobe Stock)

La nuova scoperta promossa dal direttore del Policlinico di Bari ha affermato l’efficacia del Tirzepatide su molti pazienti affetti da diabete. Questo farmaco non solo normalizza i livelli di insulina portando i pazienti a diventare normoglicemici, ma anche ad agire sugli ormoni prodotti dall’intestino favorendo la perdita di peso, aumentando il livello di sazietà.

Il Tirzepatide ha rivoluzionato il modo di curare il diabete e non solo. Questo farmaco agisce non solo per normalizzare i livelli glicemici, ma aiuta nella prevenzione di malattie cardiovascolari. Sulla steatosi epatica e tiene sotto controllo la pressione sanguigna.

Tutti colori che soffrono di diabete oltre ad avere un beneficio a livello glicemico hanno anche goduto di una perdita di peso di circa 15 kili. Mentre sulla sperimentazione per coloro che presentano alti livelli di obesità hanno riscontrato un effetto dimagrante ancora più straordinario. Infatti la perdita di peso si aggira intorno ai 22 kili.

La terapia viene mantenuta per circa 2 anni con risultati promettenti. Lo studio portato avanti dal Professor Giorgino nel Policlinico di Bari è terminato da poco ed è già stato approvato dalla FDA (Food And Drung Amministration). Quindi in America è già possibile iniziare terapia utilizzando il Tirzepatide, mentre in Italia ancora non è stato regolamentato. Si stima che il tempo per l’approvazione da parte dell’EMA potrebbe essere di circa un’anno.

Questa è una vera e propria rivoluzione, con un solo farmaco sarà possibile trarne molteplici benefici per la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.