Gamberi: l’unico vero trucco per capire se sono freschi e puoi mangiarli

Impara a riconoscere se i gamberi sono freschi, svelati i trucchi migliori per capire se il prodotto che stai acquistando è davvero di qualità.

Gamberi trucchi freschi
(Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Ormai è risaputo che mangiare il pesce sia ottimo per la salute, quando si parla di pesce salutare, si fa principalmente riferimento a quei pesci grassi ricchi di omega 3, come il branzino, il salmone, l’orata e altri, tuttavia anche i crostacei e i molluschi hanno le loro proprietà e fanno bene alla salute.

Scopri come riconoscere dei gamberi di qualità:

Gamberi trucchi freschi
(Pixabay)

Esistono varie varietà di gamberi, e sono considerati un alimento salutare. Dal punto di vista nutrizionale, hanno un buon apporto proteico, contengono vitamine del gruppo B, zinco ottimo per il funzionamento del metabolismo, calcio, fosforo, ferro e selenio. Sono ricchi di potassio ed omega 3, dunque sono ottimi per la salute cardiovascolare e per proteggere le arterie. L’unico consiglio è quello di consumarli con moderazione in quanto presentano un contenuto elevato di colesterolo. Altro fattore da tenere a mente quando si parla di alimentazione in generale è la qualità, ed in particolare per quanto riguarda il pesce è fondamentale che sia di ottima qualità, e che quando lo acquistiamo sia fresco. Quando i gamberi non sono freschi, potremmo incorrere in numerosi fastidi, tra cui intossicazioni e problemi gastrointestinali.

Ecco gli elementi da tenere a mente per saper riconoscere i gamberi freschi e non avere problemi di salute:

Gli occhi: devono essere lucidi e grandi;

La testa e le zampe: non devono essere annerite o mancanti;

Il carapace: deve essere rigido ed aderente alla carne, privo di macchie nere, non eccessivamente brillante e senza macchie gialle, perché questi due particolarità starebbero ad indicare che il prodotto è stato trattato con solfiti.

Se risultano viscidi al tatto probabilmente i gamberi sono stati congelati. Il loro odore deve ricordare quello del mare della salsedine, quando non sono freschi solitamente hanno un odore che ricorda l’ammoniaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.