Crema solare, non devi comprare questa marca: è la più pericolosa

Attenzione a quale crema solare si acquista: c’è una marca che è veramente pericolosa, meglio starne alla larga. Ecco qual’è. 

crema solare marca pericolosa
(Pixabay)

Gli articoli più letti di oggi

La crema solare è uno dei prodotti più utilizzati in questo periodo dell’anno: chi non ritrova più la scorta dell’estate precedente, sta correndo ad acquistarla per non farsi cogliere impreparato in giornate troppo assolate. Non tutti sanno, però, che esistono alcune tipologie di creme dalle quali è meglio tenersi alla larga…

L’estate ha bussato alle nostre porte in largo anticipo: abbiamo già bisogno di proteggere dal sole la nostra pelle. Per assicurarci che i raggi solari non causino danni gravi all’epidermide, la miglior soluzione è una crema con almeno SPF 30.
Sono tantissime le varianti presenti sul mercato: può sembrare facile selezionare quella più adatta alla propria pelle, ma non è affatto una scelta banale.
Prima di tutto, scarsa informazione ed errori commessi in fase d’acquisto possono avere ripercussioni sulla nostra salute. Proprio nelle ultime ore, la testata giornalistica GreenMe ha diffuso i risultati di un’analisi condotta su 14 creme solari spray dalla protezione media.
Lo studio è stato portato avanti sulle creme spray perché normalmente sono quelle più acquistate: vengono considerate le più pratiche, rinfrescanti ed efficaci contro scottature ed eritemi.
Capiamo quali sono stati i risultati dell’indagine e cosa ne è scaturito: la classifica vi porterà a rivalutare le vostre scelte d’acquisto…

Crema solare, attenzione a quale si acquista: la marca più gettonata fa danni alla salute

crema solare marca pericolosa
(Canva)

L’obiettivo della ricerca sulle creme solari più gettonate era destinata ad individuare l’eventuale presenza di ingredienti tossici.
Le protezioni non dovrebbero contenere filtri solari o conservanti dannosi, benzophenone-3 ethylhexyl methoxycinnamate, homosalate, butylparaben, propylparaben, octocrylene o varie fragranze sensibilizzanti o che possano creare allergie.

Dopo una prima fase d’esame, i ricercatori si sono accertati che le etichette riportassero tutti gli ingredienti e che la confezione avesse un impatto ambientale positivo.
Successivamente, i prodotti sono stati spalmati sulla pelle di alcuni volontari, irradiati con un simulatore di raggi solari per provarne l’efficacia.
Infine, ai consumatori è stato consegnato un campione di cosmetici senza marca, ed è stata chiesta una valutazione dei prodotti. Senza l’influenza del brand, i volontari hanno giudicato la consistenza, il profumo, la comodità di applicazione, l’assorbimento.

La classifica finale ha visto all’ultimo posto una crema solare con soli 12 punti, con protezione 30: la Clinique Mineral Sunscreen.
Sul podio, invece, è risultata essere la Avéne Alta Protezione Spray, con lo stesso punteggio di Nivea Sun Protect & Hydrate. Subito dopo, troviamo la Nivea Sun Protect & Bronze.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.