Passione avocado: i miti da sfatare su questo frutto

L’avocado è un frutto tropicale particolarmente apprezzato, ma quali sono i miti da sfatare che lo vedono protagonista?

frutto tropicale
Avocado (Pixabay)

L’avocado è amato per il suo gusto inconfondibile. La sua forma particolare lo rendono poi immediatamente riconoscibile e di recente ha davvero fatto “il botto” per il numero di persone che lo consumano. Per questo sono nati addirittura dei ristoranti appositamente pensati per proporre piatti a base di avocado.

Per non parlare poi della moda dei poke che di recente ha spopolato e che fa dell’avocado uno degli ingredienti prediletti. Specialmente ora con la bella stagione, l’avocado è il frutto ideale per fresche insalate o da utilizzare per arricchire tacos, toast o antipasti.

Ma nonostante il suo gusto delizioso si sente spesso dire che l’avocado faccia ingrassare e che in alcuni casi faccia anche male. Sarà vero oppure no? Scopriamo insieme i miti da sfatare e tutta la verità sull’avocado.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —-> Avocado: attenzione a come lo conservi o diventerà dannoso per la salute

La verità sull’avocado e i miti da sfatare

avocado frutto
Avocado aperto (Pixabay)

Se fino a qualche anno fa non si vedeva quasi mai in giro, ora questo frutto proveniente dall’America Latina sta davvero spopolando. Dal gusto delicato e dalla consistenza burrosa, questo frutto verde lo si trova anche all’interno di numerose diete e regimi alimentari, nonostante venga visto da parte di molti come ricco di grassi. Ma sarà vero?

Tra i miti da sfatare c’è da dire che l’avocado non fa male e che non è una minaccia per la nostra salute e il nostro peso. È vero che è ricco di grassi però si tratta di grassi monoinsaturi, quindi buoni. Questi sono infatti utili per preservare la salute del cuore e tengono sotto controllo il colesterolo cattivo. È poi ricco di sostanze nutritive quali ad esempio l’acido folico, molto importante per le donne in gravidanza, e impotanti antiossidanti quali vitamine E, K e C. Contiene anche carotenoidi, fondamentali per il tessuto degli occhi, e il potassio, il quale è in grado di stabilizzare la pressione cardiaca.

Mentre gli acidi omega 3 e i polifenoli contenuti al suo interno hanno effetti benefici sulle malattie delle articolazioni, come ad esempio l’artrite. Nonostante ciò, questo frutto deve essere consumato gradualmente per un massimo di due o tre volte nell’arco di una settimana. Questo perché si tratta di un frutto ipocalorico (basti pensare che un etto contiene circa 160 kcal), che però ha dei risvolti positivi in quanto permette di saziare e quindi non vi è il rischio di cadere in abbuffate improvvise.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —-> Avocado sui capelli: modalità di utilizzo, maschera fai da te, proprietà e benefici

Ora che sai tutta la verità e nient’altro che la verità su questo frutto, consumalo senza eccedere ma non privartene. Inoltre lo puoi utilizzare non solo a tavola, ma anche come cosmetico contro l’invecchiamento di pelle e capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.