Fashion editor, tra film e serie TV: una professione definita da outfit impeccabili

Fashion editor, il ruolo della Caporedattrice di moda è da sempre al centro di numerose serie TV. Tra stereotipi ed eccezioni, questi sono i punti che non possono mai mancare.

The Bold Type
The Bold Type serie Netflix (Instagram)

Lo abbiamo visto da sempre, il ruolo della fashion editor cattura un enorme fascino nel mondo cinematografico. Film, serie Tv di ieri come oggi, insomma questa professione pare destinata a non mancare mai. Ma perché questo clamore? Beh, il mondo patinato della moda ha sempre il suo fascino, tante infatti sperano di entrare a far parte in quel luccicante mondo di lustrini e paillettes.

Ma ad ogni serie o pellicola che si rispetti, a capo c’è sempre lei, la Caporedattrice della rivista di moda. Personaggi, professioniste definite tantissimo anche attraverso i loro look. Ma ci sono dei punti di contatto tra loro? Sì, sono donne assolutamente perfette!

Fashion editor, le figure intramontabili del cinema

Fashion editor outfit
Il Diavolo veste Prada – Instagram

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Smart working addio, i consigli per rientrare a lavoro con stile: trova il tuo outfit perfetto

Una perfezione che si emana, almeno attraverso i loro look. Come dimenticare Miranda Priestly ne “Il Diavolo veste Prada” interpretato da una incantevole Meryl Streep. La pellicola, uscita nelle sale cinematografiche italiane nel 2006 ha appassionato proprio tutti. Il personaggio interpretato alla perfezione e scandito da outfit sempre curati, fin dal primo dettaglio. Chi dimenticherà mai lo sguardo della Priestly rivolto alla sua assistente, Anne Hathaway i primi giorni di lavoro, propensa ad uno stile più giornaliero? Uno stile della caporedattrice fondato molto sugli accessori: occhiali da sole, cinture, guanti, spesso tutto insieme. Personaggio algido per antonomasia e scandito pertanto anche dagli outfit.

Altro personaggio che ha caratterizzato quegli anni è sicuramente quello di Wilhelmina Slater in “Ugly Betty” interpretato da Vanessa L. Williams. Diverso rispetto a Miranda, qui la caporedattrice di Mode infatti è una manipolatrice, colei che fa delle tattiche e sotterfugi il suo pane quotidiano. Scandito dalla moda e da outfit estrosi che ben simboleggiano la sua devozione verso quel mondo di cui ne fa parte a 360 gradi: uno stile di vita che la porta a ricorrere al botox e a tutti i trattamenti in voga. La Slater predilige outif super attillati, tubini bianchi in particolare e scollature, senza rinunciare allo stile animalier.

Nel tempo anche questa figura cambia e percepiamo un rovesciamento radicale in “The Bold Type”, la serie Netflix che vede come caporedattrice della rivista Scarlet, una splendida Jacqueline Carlyle, interpretato da un’affascinante Melora Hardin. Un ruolo diverso da quello visto sinora; empatica, professionale e sempre a favore dei suoi dipendenti. Una donna che cerca di cogliere il meglio da ognuno di loro. Anche qui cambia lo stile dove la parola chiave è mix and match. In lei due capi diversi si fondono creando sempre qualcosa di assolutamente unico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Consigli per coprire i fianchi larghi: ad ogni fisico il suo outfit!

Uno stereotipo che ancora affascina ma che nel tempo pian piano si sta evolvendo, un cambio di rotta per un personaggio, una figura professionale dal fascino notevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.