Non è shag, non è mullet: il taglio più alternativo dell’estate si chiama shullet (chiedere a Irama)

Il taglio più alternativo dell’estate, esplosivo su personalità audaci, è lo shullet di Irama e si adatta a tutti i tipi di capelli: tendenza pura

Shullet
Il cantante Irama (Instagram)

C’è stato un evidente “ritorno alle origini” per le tendenze degli ultimi anni, e non solo per quanto concerne la moda. Iconografia, musica, passione vintage: lo sguardo al passato, tra il nostalgico e la rivisitazione, era pressochè d’obbligo. Una sfumatura che ha caratterizzato anche le tendenze capelli, per hairstyling che omaggiavano gli anni ’80 e i personaggi indimenticabili dell’epoca.

Proprio come il mullet nel 2021 (vedi Ursula Corbero in “La casa di Carta), in ricordo di un immortale David Bowie, che ancora oggi influenza le tendenze. Ma è stato anche il turno dello shag, tipicamente anni ’70 e un po’ hippie, con relativi pantaloni flare e crop top all’uncinetto. Ma quest’anno l’ispirazione dà vita a qualcosa di nuovo e completamente inedito, per un “passato” che si rinnova e diventa contemporaneo. Si chiama shullet, ed è esattamente a metà tra i tagli precedentemente citati.

Ne offre un esempio perfetto il cantante Irama, che ha tagliato la lunga chioma con il quale ha presentato sul palco di Sanremo la sua “Ovunque sarai”, dando nuova vita ai suoi ricci. Stiloso, alternativo, fashion, il nuovo haircut che si afferma come tendenza per l’estate alle porte ha la potenza esplosiva di rendere ribelle ogni look in modo quasi magnetico.

Shullet, per un’estate di tendenza

 

Visualizza questo post su Instagram

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Veronica Ruggeri e l’apoteosi del riccio perfetto: ecco i segreti per una chioma così definita

Lo ha scelto Irama per quanto riguarda la scena italiana, ma è stato adottato anche dalle star internazionali Billie Eilish e Miley Cyrus. Questo non dovrebbe sorprenderci, visto lo stile ibrido che contraddistingue questo tipo di taglio. In perfetta sincronia con l’epoca contemporanea, dove si abbattono i muri delle categorie binarie, per un linguaggio che sia universale e inclusivo, con grande contributo della Generazione Z.

Stiamo parlando del taglio shullet, a metà tra uno shag, bob caratterizzato da evidenti scalature, e il mullet, che non ha certo bisogno di descrizioni. Ha almeno tre qualità che coniugate diventano ineguagliabili rispetto a qualsiasi altra scelta di look: si adatta ad ogni tipo di viso, grazie alla sua linea morbida che armonizza attraverso i volumi, è perfetto per tutti i capelli, dal liscio al riccio, e cosa ancora più importante è a bassissimo livello di manutenzione.

Questa scelta di stile, anzi, viene proprio valorizzata dalla messa in piega disordinata e naturale, dove l’anima del capello ha possibilità di esprimersi al meglio, qualunque sia la sua forma. Liberarsi da prodotti pesanti e strumenti a caldo per la messa in piega permetterà anche alla chioma di respirare, ritrovando lucentezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Per una dieta detox (e dimagrante) non potrai più fare a meno di questi consigli

Ma questi aspetti non fanno del taglio shullet una scelta per tutti. Lo spirito profondamente alternativo che contraddistingue questo styling sarà ancora più incisivo sulle personalità più audaci. Miley Cyrus ne sa sicuramente qualcosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.