Stella di Natale, non una pianta “usa e getta”: come mantenerla rigogliosa e farla rifiorire

Stella di Natale, la pianta più amata delle festività natalizie viene spesso trascurata e sostituita l’anno successivo: la strategia per mantenerla rigogliosa e farla rifiorire in modo splendido

Stella di Natale
Stella di Natale (Pixabay) – Haircare.it

Immancabile per decorare gli ambienti in occasione delle festività natalizie, la Stella di Natale rappresenta uno degli acquisti più diffusi e un regalo altamente selezionato. Tinta di un rosso vibrante, con le caratteristiche foglie verdi che creano il contrasti tipico delle festività, può davvero decorare l’aspetto dell’abitazione durante questo importante periodo dell’anno.

Un dono apprezzato sempre da chi lo riceve, la Stella di Natale è di semplice manutenzione, ma spesso viene considerata una pianta “usa e getta”, sostituita ogni anno con una nuova. In realtà prendersene cura è molto semplice, tanto da rendere possibile anche la rifioritura l’anno successivo. Questa è la corretta strategia di manutenzione, che si rivela infallibile per mantenere la pianta rigogliosa.

Stella di Natale, farla rifiorire è possibile: l’infallibile manutenzione

Stella di Natale
Stella di Natale (Pixabay) – Haircare.it

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Capodanno 2022: che tempo farà il 31 dicembre? Le previsioni

La Stella di Natale è indubbiamente la pianta caratteristica del periodo festivo, grazie ai meravigliosi colori tipici delle festività che caratterizzano le foglie. Rosso e verde sono infatti le nuance regine per quanto riguarda il periodo natalizio, che determina decori e ornamenti degli ambienti, dove spicca proprio questa meravigliosa pianta ad abbellire l’abitazione. Tuttavia molto spesso viene quasi considerata una pianta “usa e getta” a causa della perdita delle foglie, diventando così spoglia, fino ad essere buttata.

Non tutti sanno che la manutenzione della Stella di Natale è in realtà molto semplice e permette anche di vederla rifiorire l’anno successivo, invece di sostituirla con un’altra pianta. Da tenere rigorosamente all’interno di casa durante l’inverno e in generale il periodo rigido, la Stella di Natale non deve mai essere esposta a luce diretta.

Il luogo ideale è luminoso, ma nel contempo non esposto direttamente, ma nello stesso tempo bisogna evitare di posizionarla vicino a fonti di calore, proprio perché come per il sole, rifiuta le alte temperature. Bagnare la pianta è un’azione necessaria quando il terriccio inizia ad asciugarsi, e per questo motivo può essere sufficiente un paio di volte alla settimana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Netflix, film e serie più belle da vedere a Natale

Stella di Natale
Stella di Natale (Pixabay) – Haircare.it

In primavera e in estate è possibile tenerla all’aperto, periodo in cui è possibile procedere alla potatura, mentre in autunno è necessario mantenerla al chiuso, ma soprattutto bisogna garantirle ore di buio, meglio se dal tardo pomeriggio alla mattina presto in questa fase che costituisce la fioritura. Ed è così che avremo ancora la nostra Stella di Natale per le feste dell’anno successivo, splendidamente rifiorita e rigogliosa per accompagnarci durante le festività natalizie.