Corti, lunghi, lisci, mossi…I capelli “parlano”: ecco cosa dicono di noi

I capelli possiedono un vero e proprio linguaggio, che dice molto su di noi e sui lati principali del nostro carattere. Ecco il significato di alcune acconciature.

Il linguaggio dei capelli
Una ragazza dai capelli lunghi (Pixabay)

E’ capitato a tutte, prima o poi, di decidere di darci un “taglio” e stravolgere il look di ogni giorno. Di solito capita quando si sente il bisogno di un cambiamento, e non è raro che questo parta proprio dalla nostra chioma.

“Non v’è in natura nulla di più variabile dell’acconciatura di una signora” diceva Joseph Addison, celebre drammaturgo britannico del Settecento. Un detto che vale anche oggi, e ha una valenza che esula dalla sola estetica.

I capelli, infatti, hanno un loro linguaggio, e spesso vogliono comunicare qualcosa di più profondo: “La condizione del costituirsi dell’autocoscienza passa anche attraverso l’immagine che riflettiamo nell’altro e la cura dell’acconciatura ne rappresenta uno strumento” scrive in Breve storia dell’acconciatura Elisabetta Ceroni. Ci sono sette modi principali di acconciarli che hanno un significato ben preciso, ecco quale.

Portare i capelli lunghi e sciolti, magari vaporosi, è indice di disponibilità, libertà e anche sensualità. Al contrario tenerli raccolti può significare una maggiore chiusura, anche se lasciare il collo scoperto è un segno di seduzione.

Prediligere un’acconciatura intrecciata sta a significare un voler mettere una sorta di barriera tra sè e gli altri, mentre pettinarli tutti indietro, lasciando scoperto il viso dimostra apertura e sfrontatezza. Qualora si preferisse un taglio dalla maxi frangia, a coprire parzialmente il volto, ciò potrebbe invece essere sintomo di una certa timidezza.

Tagliarsi i capelli a zero, invece, oltre ad avere il significato intrinseco di voler “voltare pagina”, denota forza e determinazione. Scegliere di farsi la permanente, quindi adornarsi di ricci, sta a indicare voglia di leggerezza e giocosità.

Capelli: anche riga e colore hanno un significato ben preciso

Non solo taglio, anche il modo di portare la riga e il colore prescelto possono dire molto di noi. Chi sceglie una riga centrale, ad esempio, tende ad avere un carattere piuttosto deciso e sicuro, mentre chi la porta a sinistra è ottimista e leale. Se a destra, si è in presenza di una persona molto ordinata e a tratti pignola.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BALATO® VOMERO (@balatovomero)

Venendo ai colori, il biondo sembra essere il colore prediletto dagli uomini e da buona parte delle donne e trasmette solarità, sensualità e gioia di vivere. Il nero, in tutte le sue gradazioni, è un colore che rimanda ad un’immagine più materna e pacata, indice di una personalità più introspettiva.

Leggi anche –> Abiti da sposa: i modelli più accessibili e chic del 2022

Leggi anche –> Smalto sbeccato, ecco come sistemare le unghie in pochi step

Ci sono infine le colorazioni più vivaci, come il rosso, che riflette un carattere energico e determinato, focalizzato sul raggiungimento degli obiettivi preposti. Il verde è invece sintomo di un bisogno di rinascita mentre il viola, un trend di questo 2022, sta a indicare la voglia di cambiare e di viaggiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.