Uova di Pasqua, da Chiara Ferragni a tanti altri: quali acquistare per fare del bene

Uova di Pasqua: quali acquistare per fare un’opera di bene? Oltre alla dolcezza per il nostro palato, possiamo fare anche qualcosa per aiutare le persone più sfortunate di noi

Pasqua uova solidali
Uova di Pasqua (instagram)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Manca una sola settimana alla festa più dolce dell’anno: il 17 aprile ricadrà la Santa Pasqua, e potremo sederci attorno ad un tavolo insieme a tutte le persone che amiamo per poter festeggiare insieme a loro e godere del buon cibo. In tutto il nostro Paese, non esiste un cibo specifico per questa occasione, varia di regione in regione ma anche di casa in casa. Ci sono soltanto due costanti in questa festività: la colomba, che comunque non piace a tutti, e poi quello che mette d’accordo tutti: l’uovo di Pasqua.

C’è da dire che comunque le colombe sono diventate molto più varie negli ultimi anni, grazie alle novità dei pasticceri. Ad oggi abbiamo quelle. classiche, quelle alla crema di nocciola, quelle al cioccolato, al pistacchio, ci sono anche molto varianti alla frutta, dall’ananas all’albicocca, in questo modo è stato introdotto il dolce in una versione molto più profumata ma anche colorata.

Uova di Pasqua: quali acquistare per fare una opera di bene

Pasqua uova solidali
Uova di Pasqua (instagram)

La Pasqua ha un significato molto specifico: rappresenta la rinascita. Dopotutto, è la festività in cui ricordiamo la resurrezione di Gesù, che dopo essere morto in croce, torna sulla terra in un ruolo tutto nuovo. Per questo, anche noi, possiamo interpretarlo come un modo per poter ricominciare, per poter riprendere in mano la nostra vita dopo un momento davvero molto particolare.

Tornando a parlare delle uova di Pasqua, è una bella tradizione quella di sostenere la ricerca e progetti solidali. Lo scorso anno, ad esempio, Chiara Ferragni ha presentato questo progetto per aiutare i bambini dell’ospedale delle fate. Considerato il successo e i molti soldi raccolti, la fashion blogger ha deciso di ripetere l’esperienza anche quest’anno. Non è la sola a provare a fare del bene proprio attraverso le uova: infatti, l’1, il 2 e il 3 aprile, tornano nelle piazze italiane le Uova AIL (Associazione Italiana contro Luecemie, Linfomi e Mieloma) per raccogliere fondi a favore della lotta contro i tumori del sangue.

Con un contributo minimo di 12 euro, si potrà ricevere l’uovo e si potrà fare anche del bene: donare un futuro ai sogni dei pazienti con tumore del sangue. C’è anche la colomba solidale a sostengo di Fondazione Umberto Veronesi grazie alla sua esclusiva borsa di seta 100% realizzata dal brand For Restless Sleepers. Si può ordinare proprio sul sito dedicato al prezzo di 25 euro, scegliendo la shopper di seta tra due bellissime fantasie.

Leggi anche –> Capelli: le risposte agli interrogativi più comuni sulla loro cura

Leggi anche –> Non solo Mikonos e Santorini: ecco le famose isole greche da non lasciarsi sfuggire

Insomma, ci sono tantissimi modi per festeggiare la Pasqua, sentendosi anche tranquilli con la propria coscienza: così, a parte noi, anche tantissime persone che ci ritroveremo ad aiutare potranno sedersi a tavola con il cuore un po’ più leggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.