L’insonnia non ti dà tregua? Ecco i rimedi naturali che possono aiutarti

Negli ultimi anni i disturbi del sonno hanno subito un incremento vertiginoso. L’insonnia colpisce milioni di italiani, specialmente le donne. Fortunatamente esistono dei rimedi naturali per ovviare al problema.

Insonnia i rimedi naturali
Una donna in preda all’insonnia (@citywebitaly Instagram)

Dopo due anni di pandemia e una situazione internazionale non certo rosea, sono sempre di più le persone che hanno problemi legati al sonno e faticano ad addormentarsi o la qualità ne è molto compromessa.

L’insonnia colpisce in media 1 italiano su 4, e il 60% di chi ne soffre sono donne. Gli esperti consigliano di dormire tra le 5 e le 10 ore, e le classiche “8 ore di sonno” per alcuni sono una vera chimera. Vuoi per lo stile di vita personale e la mole di lavoro, che per situazioni personali, spesso diventa complicato dormire profondamente, e capita di svegliarsi nel pieno della notte e non riuscire più a prender sonno, con conseguenze sul prosieguo della giornata.

Nei casi più gravi, quelli che superano il mese di durata senza riuscire a dormire che poche ore, a volte si cerca il supporto anche farmacologico, con medicinali che aiutano a chiudere gli occhi.

Esistono però degli alimenti e degli accorgimenti che possiamo mettere in atto per cadere tra le braccia di Morfeo con più facilità. Oggi ve ne mostriamo qualcuno dei più efficaci.

Insonnia e problemi del sonno: alimenti e rimedi in nostro soccorso

Vitamine e sali minerali sono i nostri alleati migliori contro l’insonnia: il magnesio può agire proprio sul sistema nervoso e la psiche. E’ utile quindi assumere alimenti che ne sono ricchi, come piselli, cereali e fagioli. Anche il potassio è fondamentale poichè agisce sempre sui centri nervosi, quindi via libera al cibo che ne contiene in gran quantità, come frutta secca e spremute di agrumi. Da non sottovalutare anche la vitamina B6 che stimola la produzione di melatonina, l’ormone del sonno.

Buona regola è proprio stare attenti a ciò che si mangia a cena, evitando pasti troppo luculliani o salati e preferendo bevande che non contengono caffeina a partire dalle 16. Un bicchiere di latte poco prima di sdraiarsi è l’ideale: la bevanda contiene triptofano, che influenza la serotonina.

Leggi anche –> Griffe contraffatte: maxi operazione della Guardia di Finanza contro i falsari

Leggi anche –> Gonna a tubino, 5 look per abbinarla in ogni occasione: il trend della primavera 2022

Sconsigliato lo sport dopo le 20, perchè aumenta l’adrenalina nel sangue, e bando anche a tablet e smartphone almeno un’ora prima di coricarsi. L’ambiente ideale per agevolare il sonno è una camera non troppo calda, tra i 18 e 20 °, con le tapparelle abbassate. Infine, può essere utile un automassaggio alle tempie 30 minuti di dormire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.