Il caso Kinder delle infezioni da salmonella si allarga sempre più

Abbiamo da poco parlato di come sono avvenute le infezioni da salmonella che hanno coinvolto alcuni bambini dopo aver mangiato alcuni prodotti Kinder, ma a quanto pare i casi sono in aumento.

prodotti Kinder
Ovetti Kinder sorpresa (Pexels)

Dopo che sono state registrate alcune infezioni di Salmonella Typhimurium monofasica nei bambini dopo il consumo di alcuni prodotti Kinder, sono state fatte le opportune segnalazioni ritirando dal mercato i lotti interessati, tutti con la data di consumo indicata compresa tra il 28 maggio 2022 e il 19 agosto 2022.

La Ferrero ha dichiarato che la situazione è sotto controllo e che l’infezione si è verificata solamente presso lo stabilimento di Arlon, in Belgio. Eppure secondo gli ultimi dati i casi di infezione sono in aumento. Cerchiamo di saperne di più.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Carenza di vitamine e ripercussioni nel quotidiano, cosa comporta

Accrescono il numero di infezioni da salmonella dopo l’assunzione di prodotti Kinder

Ovetti Kinder Schoko-Bons infezione
Kinder Schoko-Bons Snacks (Pinterest – myfooday.com)

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e l’Agenzia europea per il controllo delle malattie (Ecdc) hanno reso noto che il caso di infezione da salmonella che interessa la Ferrero, azienda multinazionale italiana specializzata nella produzione di dolci, si sta allargando sempre più, avendo coinvolto già sette Paesi dell’Unione Europea, oltre che il Regno Unito.

Stando ai dati, ieri (7 aprile 2022) i casi di infezione da salmonella erano 134, riscontrati in 9 Paesi europei. E i soggetti più colpiti sono i bambini di età inferiore ai 10 anni. Tra i maggiori sintomi che hanno reso necessario il ricovero vi sono diarrea sanguinolenta e febbre. Bisogna però precisare che di solito l’infezione da Salmonella Typhimurium monofasica si risolve in poco tempo (circa 3/4 giorni) e che l’ospedalizzazione è necessaria solo in casi sporadici.

Il primo caso si è verificato il 7 gennaio 2022 nel Regno Unito e l’infezione è da ricollegare a prodotti specifici del marchio Kinder, ossia i Schoko-Bons e gli ovetti Kinder Sorpresa. A tal riguardo, l’Edc ha precisato che: “I casi interessati sono stati identificati attraverso tecniche di tipizzazione molecolare avanzate. Poiché questo metodo di test non viene eseguito di routine in tutti i paesi, alcuni casi potrebbero non essere rilevati”. Ecco perché, in via precauzionale, sono stati avviati dei richiami in alcuni Paesi per arginare il contagio, Italia compresa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Ovetti Kinder contaminati dalla salmonella: ecco come è accaduto

Anche se la Ferrero rassicura che di tutti i prodotti sottoposti al richiamo, ad oggi nessuno di questi è risultato essere contaminato dalla salmonella. Non ci resta che attendere lo sviluppo degli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.