Anguria, devi assolutamente sapere cosa succede al corpo se la mangi prima di dormire

E’ uno dei frutti più amati dell’estate, grazie alla sua proprietà di dissetante. E’ bene tuttavia sapere cosa accade quando mangi l’anguria prima di addormentarti.

Anguria cosa accade prima di dormire
Anguria (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Questo frutto è per così dire il principe dell’estate, grazie alla sua polpa dolce, succosa e soprattutto dissetante. Parliamo dell’anguria, che mai come in questo periodo di grande caldo la fa da padrone e viene acquistata con costanza dagli italiani.

Chiamata in inglese watermelon, il nome tradisce la sua composizione: è infatti fatta al 91% da acqua. Ma non solo, poichè contiene anche preziosi elementi che fanno molto bene al nostro organismo.

L’anguria contiene molti sali minerali come potassio, magnesio e fosforo e contiene una buona percentuale di vitamina C. Inoltre possiede anche antiossidanti come il beta-carotene e il licopene.

E’ un alimento ottimo in caso di regime alimentare ipocalorico, in quanto per 100 grammi contiene appena 30 calorie e la presenza di zuccheri è piuttosto moderata, circa il 4%. Grazie alla presenza di tanta acqua e fibre risulta anche molto saziante.

Anguria: i diversi tipi in circolazione e cosa accade mangiandola la sera

In commercio esistono diversi tipi di questo frutto: l’anguria rossa classica, quella più grande e dalla caratteristica buccia verde striata. Dal gusto dolce, i tanti semi e la polpa rossa, è una delle varietà più amate e vendute. C’è poi l’anguria gialla, conosciuta anche come cocomero giapponese, dal gusto più delicato e la buccia più sottile.

L’anguria nera Densuke presenta invece una buccia nera e lucido, una polpa rossa vivace e meno semi rispetto alle altre varietà, a lei si avvicina anche quella Perla Nera che è invece coltivata in Italia. L’anguria Sugar Baby è una versione americana dalle dimensioni ridotte, ricca di semi e dalla polpa succosa e molto zuccherina.

Tuttavia il suo consumo a tarda sera, magari prima di addormentarsi o alla ricerca immediata di acqua, è da evitarsi. Il frutto non è tra quelli che si digeriscono con più facilità, ed inoltre ha proprietà anche diuretiche, non rendendolo il candidato migliore per uno spuntino di mezzanotte. Mangiarlo potrebbe infatti farvi svegliare nel bel mezzo della notte per correre in bagno, interrompendo così il sonno e rendendo lo svolgersi della giornata complicata. Attenzione quindi, meglio preferirlo usare come spuntino tra un pasto e l’altro, per poi procedere con i pasti normali della giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.