Protezione solare, sfatiamo un mito: tutte le bugie che vengono raccontate – DA NON CREDERE

Protezione solare, tutti i falsi miti sul mondo dell’abbronzatura e come proteggersi in modo sicuro e perfetto.

Protezione solare abbronzatura falsi miti
Protezione solare, sfatiamo un mito (Foto di Andrea Piacquadio da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Ancora ad oggi purtroppo, il mondo dell’abbronzatura è avvolto nel mistero e nonostante la tanta informazione ci sono ancora molti dubbi e falsi miti che ruotano intorno a questo mondo.

Vecchi detti e dicerie sono all’ordine del giorno e rischiano non solo di rovinarci l’estate, ma anche la salute in un tempo più esteso.

Ricordiamo infatti, che la protezione solare non ci protegge dall’eventuale abbronzatura, ma ci difende da reggi UV e UVA, responsabili tra le altre cose, anche e soprattutto del cancro alla pelle.

La giusta informazione è quindi necessaria per prenderci cura della nostra pelle con saggezza, per godere al meglio delle vacanze estive, al mare, in montagna ma anche in città.

Andiamo quindi quali sono i falsi miti che ancora aleggiano intorno alla protezione solare e all’abbronzatura.

Protezione solare e abbronzatura, tutti i falsi miti

Protezione solare abbronzatura falsi miti
I falsi miti su abbronzatura e protezione solare (Foto di Armin Rimoldi da Pexels)

La prima credenza più diffusa, è quella che la protezione solare vada applicata soltanto in estate sotto al sole. Questo è falso. Infatti, anche d’inverno, in città, in montagna o in qualsiasi altro luogo i raggi UV e UVA sono comunque dannosi ed è quindi necessario mettere la protezione sempre in quelle zone del corpo non coperte dagli indumenti.

Un’altra diceria è quella che solo le persone con la pelle più chiara necessitano di protezione solare. Anche questo è ovviamente falso, in quanto quello che cambia è solo la reazione esterna della pelle, che nelle persone più chiare potrebbe risultare più arrossata a causa di una concentrazione più bassa di melanina. Avere però alte concentrazioni di melanina, previene scottature e rossori, ma non i tumori della pelle.

L’ultima grande bugia che si racconta è quella che basta applicare la crema solare una volta al giorno per essere protetti da tutti i tipi di raggi. In realtà, anche se waterproof, la crema solare va riapplicata ogni 2 ore, soprattutto dopo il bagno o l’attività fisica.

Inoltre, è bene leggere sull’etichetta di ogni crema da quali raggi protegge, poiché ogni tipo di raggio agisce a diversi livelli nell’epidermide ed è quindi necessario acquistare una crema che ci protegga da ogni tipologia per stare davvero tranquilli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.