Come rimuovere il semipermanente a casa, il metodo per non danneggiare le unghie

Vuoi rimuovere il semipermanente a casa ma senza danneggiare le unghie? Ecco il metodo per una rimozione delicata e sicura.

rimuovere il semipermanente metodo sicuro
Come rimuovere il semipermanente senza danneggiare le unghie (Foto di Michelle Leman da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Se state leggendo questo articolo, senz’altro siete appassionate di manicure e amate avere unghie curate, con il gel o il semipermanente, o anche semplicemente con uno smalto.

Ma se uscire dall’estetista con le mani appena fatte e sistemate è un vero momento di gioia, non lo è altrettanto quando disgraziatamente l’unghia si rovina e comincia a sfogliarsi, magari a causa di una nostra distrazione o l’utilizzo di qualche prodotto chimico che ha rovinato le nostre unghie.

Come sappiamo, per quanto riguarda il gel non possiamo fare molto, e dovremmo subito ricorrere dall’estetista se vogliamo di nuovo unghie perfette, anche se questo materiale è più resistente e difficilmente si sfoglia.

Il semipermanente invece, è un prodotto che va passato molto più sottile, ed è quindi molto più soggetto a sfogliarsi, creparsi o sbeccarsi agli angoli.

Nonostante vi consigliamo comunque di tornare dall’estetista, se proprio non potete o siete fuori in vacanza, esiste un metodo per rimuovere il semipermanente da sole, in totale sicurezza.

Rimuovere il semipermanente in sicurezza, ecco come farlo da sole

Come abbiamo già detto, tornare nel centro estetico sarebbe la soluzione migliore, perché ovviamente possiedono gli strumenti adatti alla rimozione in totale sicurezza.

Ma se vi trovate in un caso eccezionale in cui non potete recarvi dalla vostra estetista, possiamo rimuovere il semipermanente da sole, con un po’ di pazienza e delicatezza.

Evitate quindi di staccare via il semipermanente con le mani, o peggio ancora, con i denti. Questo gesto infatti, potrebbe costarvi caro, e rovinare le vostre unghie non solo sul momento, ma anche per parecchio tempo perché forzando potreste rovinare il letto ungueale.

Per una rimozione sicura invece, possiamo iniziare a deidratare l’unghia con un solvente adatto, che ammorbidisce lo smalto.

Fatto questo passaggio, limiamo dolcemente la superficie dell’unghia fino a renderla opaca, dopodiché possiamo mettere in posa il solvente che serve appunto per la rimozione del semipermanente, mettendo i dischetti imbevuti su ogni unghia e poi chiudere le dita con la carta stagnola, aspettando il tempo indicato.

Ci vorranno in media 15 minuti, dopodiché possiamo togliere tutto ed eliminare gli eventuali residui con un buffer.

E se non avete in casa neanche il solvente? Potete procedere soltanto con la lima, a patto che sia delicata e poco aggressiva, limando piano piano tutto il semipermanente, e completare l’operazione sempre con un buffer.

Dopo avere tolto tutto, è sempre consigliabile massaggiare le unghie con l’olio di oliva o l’olio di mandorle dolci, e aspettare almeno qualche giorno prima di riapplicare qualsiasi prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.