Scaldare il cibo al microonde: può essere un rischio per la tua salute?

Il microonde è un elettrodomestico utile perché ci permette di scaldare il cibo velocemente, ma a lungo andare può diventare un rischio?

donna pensierosa
Donna che pensa (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Quante volte abbiamo utilizzato il microonde per scaldare gli avanzi del giorno prima o semplicemente per cucinare cibi già pronti?

La mancanza di tempo, infatti, ci porta molto spesso ad affidarci a questo utile elettrodomestico, perfetto per le nostre esigenze. Però non è tutto oro ciò che luccica. Per questo bisogna valutare se questa modalità di cottura comporta dei rischi. Scopriamolo insieme.

Cosa succede al nostro corpo quando mangiamo il cibo scaldato al microonde? È questo il rischio

rischio microonde
Microonde (Pixabay)

Per molto tempo il microonde è stato al centro di numerosi dibattiti e discussioni sul pericolo che questo elettrodomestico può rappresentare per la nostra salute. In alcuni casi si pensava addirittura che l’utilizzo del microonde potesse aumentare di gran lunga il rischio di cancro, dato che l’apparecchio funziona mediante radiazioni a radiofrequenza.

Questa ipotesi è stata poi successivamente smentita, tant’è che sul sito della Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro si afferma che solo le radiazioni ad alta energia possono modificare la struttura subatomica della materia e quindi indurre alterazioni del DNA. Queste sì che possono comportare un maggiore rischio di cancro. E poiché questo elettrodomestico non è sottoposto a radiazioni ionizzanti, scaldare il cibo al microonde non lo rende radioattivo.

Detto ciò, non c’è proprio nessun rischio a scaldare il cibo al microonde? No, anzi, è stato scoperto che alcuni cibi cucinati al microonde contengono una quantità maggiore di minerali e vitamine rispetto ai cibi cucinati in altro modo. Questo perché il microonde riscalda e cuoce il cibo in un tempo di gran lunga inferiore rispetto alle altre modalità di cottura e ciò equivale a conservare integre le vitamine dell’alimento cotto.

Dunque, dal punto di vista nutrizionale cuocere i cibi con il microonde potrebbe essere addirittura la scelta migliore, anche perché non vi sono prove che attestano che i cibi cotti al microonde siano meno nutrienti rispetto agli altri. Il microonde può però essere meno efficace rispetto alle altre cotture nell’eliminare tossine o batteri che possono trovarsi all’interno degli alimenti conservati male. Quindi un rischio c’è, ma dipende dalla cattiva conservazione degli alimenti e non tanto dal microonde in sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.