Sostituire lo zucchero? E’ possibile! Segui il consiglio della Regina Letizia

Sostituire lo zucchero? E’ possibile! Segui il consiglio della Regina Letizia per fare una scelta molto più sana. Vediamo nello specifico di cosa si parla.

zucchero semolato sostituire naturale
(Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Lo zucchero semolato sicuramente non è fra i dolcificanti migliori da consigliare in termine di salute. Quindi, abbiamo scoperto una valida alternativa, che la Regina Letizia in primis utilizza, sana e naturale. In commercio esistono molti tipi di zuccheri: come saccarina e stevia. Vediamo nel dettaglio alcuni vantaggi di questo nuovo sostituto naturale rispetto ai dolcificanti classici.

L’eritritolo: il dolcificante del momento

eritritolo dolcificante regina letizia naturale
Eritritolo (Freepik)

Ebbene si. L‘eritritolo è il sostituto per eccellenza dello zucchero. Non solo perché è presente in modo capillare all’interno di qualsiasi supermercato, ma soprattutto perché è l’unico utilizzato dalla Regina Letizia. Come lei stessa – infatti – ha dichiarato in una visita a una gelateria: “a casa utilizziamo solo eritritolo perché non utilizziamo lo zucchero “.

Questo dolcificante viene considerata la miglior alternativa allo zucchero, oltre alla saccarina e alla stevia. L’eritritolo si presenta con lo stesso aspetto e colore del classico zucchero, la differenza sostanziale è che le calorie sono praticamente nulle. In merito a questo, la nutrizionista Cristina Troncoso chiarisce la modalità di utilizzo di quest’ultimo e risponde ad una domanda molto frequente: un consumo moderato di zucchero è preferibile a un consumo eccessivo di questo tipo di dolcificante senza calorie?

La nutrizionista chiarisce che la saccarina è il tipico dolcificante presente in ogni bar, il più semplice da reperire per dolcificare una bevanda. Ma allo stesso tempo presenta alcuni svantaggi che l‘eritritolo non possiede. Dice : “L’eritritolo è un alcol polidrico presente naturalmente in alcuni frutti, quindi una scelta naturale ottenuta dalla fermentazione dello zucchero”.

Uno dei grandi vantaggi nell’utilizzo dell’eritritolo è che viene assorbito lentamente dal nostro organismo, ciò consente di evitare i picchi di insulina, infatti è raccomandato l’utilizzo soprattutto per chi soffre di diabete. Ma comunque va assunto in modo controllato, poiché qualsiasi dolcificante può portare dipendenza. Secondo la nutrizionista anche questo tipo di dolcificante può essere utilizzato in cucina per realizzare dolci, ma si raccomanda di non superare i 50 grammi al giorni di eritritolo.

In conclusione, dice la nutrizionista, non bisogna eccedere nell’utilizzo né dello zucchero classico né di questo nuovo dolcificante. Se bisogna scegliere è meglio preferire un consumo moderato di eritritolo rispetto allo zucchero. Il consiglio migliore sarebbe quello di preferire l’uso di frutta o succhi abituandosi al gusto naturale delle cose senza utilizzare zuccheri aggiunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.